Cina – Xinjiang

Fine 2016 e inizio 2017 in salita per lo nello Xinjiang, regione autonoma e ricca di risorse nel nordovest della Cina.

A febbraio 2017 nell’area di Pishan, tre uomini armati di coltello hanno ucciso cinque persone prima di essere a loro volta uccisi dalla polizia.

L’attacco è stato attribuito ad attivisti della minoranza musulmana turcofona degli uiguri, verso la quale le autorità cinesi della regione autonoma dello Xinjiang attuano una decisa politica repressiva.

Nel mese di dicembre 2016 aggressori avevano lanciato la propria auto contro una sede del partito e messo in funzione degli esplosivi. Il governo cinese ha parlato di terrorismo.

Negli ultimi anni nella regione si sono contate centinaia di morti a causa delle violenze tra la minoranza musulmana uigura e la maggioranza han.