Ancora in marcia per il Clima

Torna lo sciopero mondiale con l'adesione degli 'Scientists4future', oltre 23mila scienziati tedeschi, austriaci e svizzeri. 110 gli Stati coinvolti

La mobilitazione mondiale per il clima non si ferma e dopo il successo del 15 marzo torna con un nuovo sciopero mondiale. Oltre 110 nazioni hanno organizzato un evento per venerdì 24 maggio e in Italia, secondo il #FridaysForFuture Roma, sono 126 le città mobilitate. Il 15 marzo erano state un milione e mezzo di persone che avevano preso parte allo sciopero mondiale per il futuro, in oltre duemila città di 125 nazioni.

Ancora una volta, dall’appello della giovane attivista Greta Thunberg per la seconda giornata per il clima, sono decine le scuole medie inferiori e superiori, le associazioni ambientaliste e i gruppi che hanno aderito agli eventi.

Oltre al mondo giovanile e ambientalista ad unirsi al coro di chi sciopera ci sono anche oltre 23mila scienziati tedeschi, austriaci e svizzeri. Gli ‘Scientists4future’ hanno infatti dichiarato che “sulla base delle nostre conoscenze, affermiamo che le preoccupazioni sono giustificate e supportate dalla ricerca scientifica. Le misure attualmente applicate per la tutela del clima, della biodiversità, delle foreste, del mare e del suolo sono lontane dall’essere sufficienti”.

Qui la mappa interattiva con tutti gli eventi organizzati 

Tags:

Ads

You May Also Like

Mattanza afgana

La vendetta talebana dopo il naufragio dei negoziati. Un'inchiesta della Bbc sulle vittime di agosto. Il Tpi rivede la sua posizione. Cronache dalla guerra infinita

di Giuliano Battiston ed Emanuele Giordana La mattanza era annunciata da quando Donald Trump, ...

Uganda, il primo giorno. Nel dramma dei profughi

di Giorgia Stefani e Elisabetta Bozzarelli Oggi, nella giornata mondiale del rifugiato, Acav insieme a ...

Nicaragua, la strage dei coniugi Ortega

Centinaia di persone ammazzate, miglia di feriti e tanti in carcere senza motivo. La coppia presidenziale è artefice di un massacro. La gente che si oppone alla dittatura viene fatta morire. Vietato protestare contro le nuove regole in materia di pensioni. Vietato scendere in piazza

di Andrea Tomasi Chi può, cioè chi ha soldi, fugge, abbandona il Paese. Destinazione: ...