Redazione

La pesante eredità di Guantanamo

Lettera aperta di ex detenuti a Biden. Imminente la chiusura?

“Vi scriviamo come ex prigionieri degli Stati Uniti, detenuti senza accuse o processo  nella ...

Biden e il cambio di passo nel “cortile di casa”

I segnali che indicano una svolta radicale nella rotta della neo Amministrazione Usa verso l’America Centrale

Biden al G7: “America is back again”

Dopo la svolta con l'Oms, l'Inversione di rotta dell'Amministrazione Usa su altri due dossier chiave: Iran e ambiente. Il summit di Monaco aumenta intanto  il fondo Covax per i vaccini anti Covid

Reporter, al fianco di Lucy

La giornalista etiope Kassa e' stata intimidita con estrema violenza da figuri entrati in casa sua con la forza. MInacciata  per colpa del suo lavoro: cercare di raccontare la verità sulla guerra tra Addis Abeba e il Tigrai

Ecuador: si ricontano i voti

Dietro alla sinistra tradizionale, contesa fra un indigenista e un conservatore

  di Maurizio Sacchi Dopo più di una settimana dalle elezioni presidenziali del 7 ...

Kosovo: alta tensione nel dopo voto

Vince le legislative un partito di sinistra con un buon margine  ma i nodi restano. E la pace – mai arrivata davvero – si allontana ancora e forse di più

Bogotà regolarizza un milione di rifugiati

Coro di elogi internazionali. Ma la violenza intacca il processo di pace

di Maurizio Sacchi Il Presidente colombiano Iván Duque ha annunciato uno Statuto temporaneo di ...

La Ue e il Mediterraneo

Nuovi strumenti per rilanciare e rafforzare il partenariato strategico fra l'Unione europea e i suoi partner del vicinato meridionale

Il futuro dei ghiacciai

I ghiacci che occupano la catena montuosa himalayana si ridurranno di due terzi entro il 2100. E  lo sforzo collettivo attuale di riduzione del riscaldamento globale non impedirà comunque che un terzo dei ghiacciai  si riducano entro la fine del secolo. Come conferma il recente disastro nell'Uttarakhand indiano

I Patrick Zaki di Managua

Nelle prigioni del Nicaragua molti oppositori incarcerati e liberati a seguito di una finta amnistia per coprire le violenze squadriste sono stati di nuovo imprigionati dopo pochi giorni per droga, detenzione di armi o furto