Cinema e Diritti Umani. Serve il TUO aiuto

Si può fare qualcosa di concreto per un mondo più giusto. Basta un piccolo gesto. L’associazione «Cinema e Diritti» ha lanciato, attraverso la Piattaforma di crowdfunding «Produzioni dal Basso» (PDB), una campagna di raccolta fondi per sostenere l’edizione numero 9 del Festival del Cinema dei Diritti Umani.

 

 

 

La festa del cinema – che si terrà a Napoli dal 6 all’11 novembre – si intitola «Mari, muri e filo spinato».

La raccolta di fondi durerà fino al 20 novembre. L’iniziativa mira a coprire le spese tecniche di organizzazione degli eventi che compongono il festival (viaggio e accoglienza per registi e testimoni delle lotte, produzione di documenti informativi e pubblicitari degli eventi, diritti di proiezione, spese di traduzione dei dialoghi dei film fuori concorso).

Gli organizzatori invitano tutti a collegarsi con la piattaforma «Produzioni dal Basso»: www.produzionidalbasso.com/project/ix-festival-del-cinema-dei-diritti-umani-di-napoli-mari-muri-e-filo-spinato-6-11-novembre-2017/

C’è la possibilità di donare una piccola somma (5, 10 o 20 euro) che consentirà di dare vita ad un’altra delle nostre rassegne internazionali di cinema, al servizio degli studenti universitari e medi, del pubblico del centro e delle periferie urbane, dei Diritti Universali, per rendere Napoli una vera capitale, collegata ad una comunità globale basata su valori di cultura e solidarietà.

«Il Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli – si legge sul sito ufficiale – è una manifestazione internazionale di cinema di impegno sociale che è nata nel 2008 con l’intento di diffondere il dibattito sui Diritti dell’Uomo e far conoscere le iniziative di singoli, comunità e popoli che si battono per affermare il diritto alla libertà e all’uguaglianza di tutti gli esseri umani, contro ogni tipo di abuso».

E infine: «Il Festival non ha sponsor e non gode di finanziamenti stabili, per questo, attraverso Produzioni dal Basso,  si rivolge alle persone, agli attivisti  e ai cinefili che vogliono sostenere una evento libero che celebra l’impegno civico, il coraggio della gente comune e promuove, a livello internazionale, film documentari, di fiction e di animazione che esprimono il senso della solidarietà umana».

Tags:

Ads

You May Also Like

Ucraina: verso tre mesi di conflitto

Mentre le guerra è in una sorta di stallo che non si trasforma in negoziato, dopo 30anni di crisi d’identità, l’Alleanza Atlantica torna al centro della politica internazionale

di Raffaele Crocco Pare siano 232, ma c’è chi sostiene siano molti di più. ...

L’Africa sottorappresentata. Il prossimo dossier di atlanteguerre

Questa settimana la nostra/vostra attenzione va per forza di cose a WARS. Ma ecco cosa c'è in agenda martedi prossimo

Se non avete trovato come ogni martedi il dossier che atlanteguerre prepara ogni settimana, ...

Missili su Tripoli, contrattacco di Serraj

Il governo sostenuto dall'Onu reagisce all'ennesimo tentativo di Haftar di conquistare la capitale libica

Dopo che il lancio di un centinaio di missili ha colpito l’aeroporto internazionale di ...