Donne alla ricerca di un riscatto

di Ilario Pedrini

La portiera della nazionale femminile di calcio del Gambia, Fatim Jawara, è morta nel Mediterraneo mentre cercava di raggiungere l’Europa dalla Libia a bordo di un barcone. Ne ha dato notizia la Federazione gioco calcio del Paese africano. Il portavoce della Federazione Bakary B. Baldeh – riferisce l’Ansa parlando di “probabile morte” – ha detto che, secondo le informazioni in suo possesso, la calciatrice (19 anni), è annegata in acque libiche il mese scorso. Non ci sono finora altri dettagli salvo il fatto che «potrebbe essere stata sepolta là (in Libia)». Jawara faceva parte della squadra under 17 che partecipò alla Coppa del Mondo in Azerbaijan nel 2012. Ragazza di belle speranze, Fatim Jawara sognava una carriera da professionista. Lo dice l’agenzia spagnola Efe. È descritta come una persona «molto gioviale e aperta», una giocatrice «determinata, competitiva, pronta a spingere verso la vittoria la sua squadra». Parole della coordinatrice del team nazionale della Gambia Siney Sissoko: «Abbiamo perso una atleta con molto talento». Si è quindi conclusa nel peggiore dei modi la storia di questa giovane. Una storia che poteva somigliare a quella di Yusra Mardini, 18 enne che nel 2015 era scappata dalla Siria. «Cercava di raggiungere l’isola di Lesbo ma il motore del gommone sul quale “viaggiava” si era rotto. Si era buttata in acqua – racconta il sito Vita –  insieme a sua sorella e ad altri due profughi. Avevano nuotato per 3 ore nel Mare Egeo spingendo l’imbarcazione e salvando la vita a tutti». E alle Olimpiadi di Rio 2016 è stata la portabandiera del Team dei rifugiati. Per la sua quasi coetanea invece non c’è stata questa chance, questo lieto fine. La vita di Fatim Jawara è stata spezzata nel tentativo di raggiungere le coste italiane, dando un calcio dei suoi alla miseria e alla disperazione.
http://www.vita.it/it/article/2016/08/09/yusra-mardini-la-rifugiata-siriana-che-e-arrivata-a-rio-2016/140397/

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2016/11/03/migranticalciatrice-nazionale-gambia-annega-in-mediterraneo_1cae0a88-541a-42c1-8763-f4406022f414.html

foto tratta da http://tn.com.ar/personajes/fatim-jawara

 

 

Tags:

Ads

You May Also Like

Cile, Amnesty: 40 anni dopo il golpe l’impunita’ deve finire

In Cile, secondo dati ufficiali, tra il 1973 e il 1990 vennero detenute illegalmente ...

Bukhara, il fotoreportage dell’Atlante

Il secondo fotoreportage dell'Atlante delle guerre ci porta nella città sospesa dell'Uzbekistan, nel mezzo delle rotte che da sempre mettono in contatto l’Europa e l’Oriente

Il secondo fotoreportage dell’Atlante delle guerre ci porta a Bukhara, la città sospesa dell’Uzbekistan, ...

Adunata degli Alpini, la guerra in mostra

Si smette di sparare, ma non c'è veramente pace. E i conflitti rischiano di scoppiare di nuovo, come le fiamme riemergono da sotto la cenere. A Trento gli Alpini sono in adunata nazionale. A pochi chilometri una mostra interattiva mostra gli effetti dei conflitti

Mentre a Trento tutto è pronto per l’Adunata Nazionale degli Alpini, a pochi chilometri ...