Ergastolo per Radovan Karadzic

Il Tribunale Internazionale per l'ex Jugoslavija ha ritenuto che la condanna in primo grado fosse  inadatta e sproporzionata rispetto ad altre condanne
IL’ultima notizia dal Tribunale Internazionale per l’ex Jugoslavija. Radovan Karadzic, il primo presidente dell’entità bosniaca, la “Republika Srpska”, è stato condannato all’ergastolo. I giudici del Tribunale, in secondo grado, hanno riconfermato la condanna per il genocidio, crimini contro l’umanità e le violazioni delle leggi e dei metodi di guerra.
La Corte d’Appello ha ritenuto inoltre che la condanna in primo grado ai 40 anni era inadatta e sproporzionata rispetto ad altre condanne ai criminali della guerra bosniaca. I crimini di guerra compiuti, ordinati o non impediti da Radovan Karadzic, il comandante supremo anche dell’esercito serbo bosniaco, sono stati considerati crudeli in modo inconcepibile. Il genocidio di Srebrenica e l’assedio di Sarajevo sono le prove inconfutabili. La Corte d’Appello ha respinto la maggior parte delle richieste legate alla riduzione della pena avanzate dal team degli avvocati di Radovan Karadzic.
Le reazioni nei paesi, ex repubbliche della federazione jugoslava, sono tante e molto divise.
(red.)

Tags:

Ads

You May Also Like

Migranti e terrorismo: pericolo stato di polizia

di Ilario Pedrini Prendere le impronte digitali anche ai richiedenti asilo dai sei anni ...

Liberate quei giornalisti

Sette anni di prigione ai reporter birmani Wa Lone e Kyaw Soe Oo della Reuters.  La loro colpa? Aver cercato la verità nel  caos di un conflitto. Un coro internazionale ne chiede la scarcerazione

E’ una sentenza choc quella pronunciata ieri in Myanmar contro Wa Lone e Kyaw ...

Iran atomico, un film da rifare

Gli Stati Uniti si sfilano dall'accordo sul nucleare. Tra le istituzioni e la popolazione iraniana c'è preoccupazione e senso di insicurezza. Ai microfoni di Caravan la giornalista Marina Forti dice: «Gli Usa di Trump deludono e sono pericolosi». Colpo mortale all'economia e alla stabilità del Paese

di Andrea Tomasi Gli iraniani non ci stanno a fare la parte dei cattivi. ...