Giochi a tutti i costi

La competizione olimpionica riuscirà  ad avere la meglio sul Covid19 nonostante migliaia di atleti provenienti da circa 200 nazioni e le nuove varianti già pronte a diffondersi a gran velocità in tutto il Giappone?

di Alessandro Graziadei

Prima di questa pandemia di Covid-19, le Olimpiadi erano state cancellate solo a causa della guerra, ma non erano mai state rinviate. Quelle di “Tokyo 2020” sono state le prime ad essere state posticipate di un anno a causa della pandemia di coronavirus e inizieranno il 23 luglio “con o senza il Covid-19” visto che non subiranno ulteriori rinvii. È quanto aveva annunciato lo scorso settembre il vice-presidente del Comitato olimpico internazionale (Cio) John Coates, aggiungendo che la rassegna sportiva è passata dall’essere l’occasione dei “Giochi della ricostruzione dopo le devastazioni dello tsunami”, slogan coniato in seguito all’assegnazione della competizione al Giappone, in riferimento al devastante terremoto seguito dall’onda anomala che aveva investito una parte del Paese nel mese di marzo 2011, innescando l’incidente nucleare di Fukushima, ai “Giochi che hanno vinto il Covid”. Ma i Giochi olimpici riusciranno veramente ad avere la meglio sul Covid-19 nonostante 11.000 atleti provenienti da circa 200 nazioni e le nuove varianti già pronte a diffondersi a grande velocità in tutto Giappone?

Leggi tutto su Unimondo

Tags:

Ads

You May Also Like

Addio a Desmond Tutu

Il funerale di Stato del sacerdote morto ieri a 90 anni - una delle icone con Mandela della lotta all'apartheid - si celebrerà il 1 gennaio

Un gruppo etnicamente eterogeneo di persone in lutto si è riunito domenica fuori dalla ...

Scontro tra titani (2)

Con la richiesta di estradizione di Meng Wanzhou, alta funzionaria Huawei, inviata dagli Usa al Canada, la guerra fra Usa e Cina si gioca ora su più fronti: legale, diplomatico, economico e strategico

di Maurizio Sacchi Gli Stati Uniti hanno richiesto al Canada l’estradizione di Meng Wanzhou, ...