Giochi a tutti i costi

La competizione olimpionica riuscirà  ad avere la meglio sul Covid19 nonostante migliaia di atleti provenienti da circa 200 nazioni e le nuove varianti già pronte a diffondersi a gran velocità in tutto il Giappone?

di Alessandro Graziadei

Prima di questa pandemia di Covid-19, le Olimpiadi erano state cancellate solo a causa della guerra, ma non erano mai state rinviate. Quelle di “Tokyo 2020” sono state le prime ad essere state posticipate di un anno a causa della pandemia di coronavirus e inizieranno il 23 luglio “con o senza il Covid-19” visto che non subiranno ulteriori rinvii. È quanto aveva annunciato lo scorso settembre il vice-presidente del Comitato olimpico internazionale (Cio) John Coates, aggiungendo che la rassegna sportiva è passata dall’essere l’occasione dei “Giochi della ricostruzione dopo le devastazioni dello tsunami”, slogan coniato in seguito all’assegnazione della competizione al Giappone, in riferimento al devastante terremoto seguito dall’onda anomala che aveva investito una parte del Paese nel mese di marzo 2011, innescando l’incidente nucleare di Fukushima, ai “Giochi che hanno vinto il Covid”. Ma i Giochi olimpici riusciranno veramente ad avere la meglio sul Covid-19 nonostante 11.000 atleti provenienti da circa 200 nazioni e le nuove varianti già pronte a diffondersi a grande velocità in tutto Giappone?

Leggi tutto su Unimondo

Tags:

Ads

You May Also Like

Myanmar: la Lega ha vinto. Cosa rischia di perdere?

I dati ormai sono ufficiali e incontestabili: una vittoria a valanga ancor più che nel 2015. Ma restano le incognite di sempre sul futuro del Paese asiatico

Turchia, Russia, Ue: si tratta sulla pelle dei civili

Sui quattro milioni di profughi dalla guerra in Siria in scena un cinico mercato

Dopo sei ore di colloqui al Cremlino, il 5 marzo scorso i presidenti di ...

Afghanistan, i conti delle vittime

“Nei primi sei mesi del 2019 – si legge nell’ultimo rapporto dell'Onu - il conflitto ha continuato a uccidere e mutilare migliaia di persone"

di Giuliano Battiston ed Emanuele Giordana In Afghanistan la campagna elettorale per le presidenziali ...