Buongiorno Terra!

Il World Envinroment Day ci ricorda ogni anno il 5 giugno che la nostra stessa vita dipende dalla buona salute della natura

“I cibi che mangiamo, l’aria che respiriamo, l’acqua che beviamo e il clima che rende il nostro pianeta abitabile provengono tutti dalla natura.  Nonostante tutti i benefici che la nostra natura ci offre però, la maltrattiamo ancora, per questo dobbiamo lavorare su questo”. Scrive così nel ricordare il World Envinroment Day il sito dedicato alla Giornata mondiale del’Ambiente  dalle nazioni Unite. Una ricorrenza annuale che si celebra ogni 5 giugno. Lo facciamo anche noi ricordando i tanti conflitti ambientali.

La Giornata mondiale dell’ambiente, ospitata dalla Colombia nel  2020, è la giornata più nota  per l’azione ambientale. Dal 1974, è stata celebrata ogni anno il 5 giugno: coinvolgendo governi, aziende, celebrità e cittadini a concentrare i loro sforzi su una questione ambientale urgente. Quest’anno il tema è la biodiversità, una preoccupazione sia urgente sia esistenziale. Eventi recenti, dagli incendi boschivi in ​​Brasile, negli Stati Uniti e in Australia alle infestazioni di locuste in tutta l’Africa orientale – e ora, una pandemia globale di malattie – dimostrano l’interdipendenza tra gli umani e le trame della vita.

In copertina: un panda cinese UNDP/Dylan Lowthian

(Red/Est)

Tags:

Ads

You May Also Like

Myanmar: la Lega perde contro i militari

Esito negativo in parlamento sugli emendamenti costituzionali per limitare il peso dell'esercito birmano

La settimana di voto nel parlamento del Myanmar che deve decidere sugli emendamenti costituzionali ...

I tigrini si riprendono la capitale

Il Governo di Addis Abeba, che aveva preso Macallè in novembre, chiede ora  un "cessate il fuoco umanitario" nella regione

Manifestazioni di giubilo a Macallè (Mekelle) accompagnano una nuova fase della guerra nel Tigrai ...

Il venerdì nero del coronavirus

Dichiarata emergenza globale dall'Oms l'epidemia ha già un bilancio di 213 morti e oltre 9.300 casi conclamati

Il comunicato ufficiale del direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha dichiarato il 30 ...