L’accordo anti-curdi

Turchia e Russia hanno raggiunto un'intesa sulla Siria che sancisce la fine del Rojava

Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan hanno raggiunto, dopo sette ore di colloqui, un accordo sulla Siria. In sostanza Russia e Turchia collaboreranno alla fine dell’esperienza del Rojava e alla fine del confederalismo democratico curdo attraverso un accordo raggiunto senza l’apporto di Stati Uniti ed Unione Europea.

L’intesa tra il presidente turco e quello russo ha stabilito alcuni punti di accordo che partono dall’impegno condiviso “di preservare l’unità politica e l’integrità territoriale della Siria e la protezione della sicurezza nazionale della Turchia e dalla determinazione delle parti a combattere il terrorismo in tutte le forme e manifestazioni e a interrompere le istanze separatiste nel territorio siriano”. L’intesa prevede pattugliamenti congiunti delle truppe turche e russe fino a 10 chilometri nel territorio siriano oltre il confine turco e stabilisce una tregua di 150 ore nel Nord per permettere il completo ritiro delle milizie curde dell’Unità di Protezione Popolare – Ypg da un’area di 32 chilometri all’interno del confine siriano.

L’accordo prevede poi che tutti gli elementi Ypg e le loro armi vengano rimossi da Manbij e Tal Rifat. Tra le altre cose, poi le parti “adotteranno le misure necessarie per prevenire le infiltrazioni di elementi terroristici” e saranno “avviati sforzi comuni per facilitare il ritorno dei rifugiati in modo sicuro e volontario”.

Tags:

Ads

You May Also Like

Algeria, la protesta non si ferma

Ormai da quaranta settimane le dimostrazioni  continuano: un bagno di folla che vuole annullare le presidenziali previste a dicembre

E’ la settimana numero 40 da che l’Algeria ha alzato la testa ogni venerdi ...

L’Ecuador si infiamma

Proteste da una settimana  per i tagli ai sussidi al carburante. Limite di movimento dalle 20 alle 5 del mattino

Sesto giorno consecutivo di proteste in Ecuador per i tagli ai sussidi per il ...

Turchia: Condanna Ue ma senza embargo

L'Unione europea richiama Ankara per l'invasione in Siria ma non riesce a trovare una posizione comune sullo stop alla vendita di armi

“L’UE condanna l’azione militare della Turchia che compromette seriamente la stabilità e la sicurezza ...