Miliardi di armi dall’Italia all’Egitto

Due fregate, ma anche altre quattro navi e 20 pattugliatori, 24 caccia multiruolo Eurofighter e altrettanti aerei addestratori M346 per il maggiore contratto mai firmato dal dopoguerra

La vendita di armi all’Egitto è stata indicata da più parti come l’ostacolo più grande a una linea dura nei confronti del regime del generale Abdel Fattah al-Sisi, nella crisi seguita all’eccidio di Giulio Regeni e nella querelle per la detenzione dello studente Patrick Zaki.

Entra nella community

Iscriviti alla nostra newsletter

Due fregate multiruolo Fremm destinate alla Marina miliare italiana (la “Spartaco Schergat” e la “Emilio Bianchi”), ma anche altre quattro navi e 20 pattugliatori (che potrebbero essere costruiti nei cantieri egiziani), 24 caccia multiruolo Eurofighter e altrettanti aerei addestratori M346. Un contratto, un affare da 9miliardi di euro, il maggiore mai firmato dall’Italia dal dopoguerra.

Tutto ciò farebbe dellEgitto il principale acquirente di sistemi militari italiani. Lo scrive Giorgio Beretta per Osservatorio diritti.

I dettagli di questo accordo si trovano nella rivista specializzata Navy recognition.

In copertina da Wikipedia la Fregata italiana classe Fremm Luigi Rizzo.

Entra nella community

Lasciaci qualche informazione su di te, così saremo in grado di contattarti quando lanceremo la campagna di crowdfunding e potrai ricevere la nostra newsletter con gli ultimi aggiornamenti dal mondo.

IN ESCLUSIVA PER TE L’ABSTRACT SULL’INSERTO “SPECIALE CORONAVIRUS”

Tags:

Ads

You May Also Like

Il Cile nella morsa della pandemia

Il Coronavirus ha reso ancora più evidenti le disuguaglianze e le tensioni sociali al centro delle  proteste in corso già da mesi

di Roberta Ylenia Tartaglia (Ex Casco Bianco APGXXIII in Cile)* Il 10 giugno il Cile ...

Niente più bombe italiane in Yemen

Si alla mozione che dice: "Sospendere le esportazioni verso Arabia saudita ed Eau che possono essere utilizzate per colpire la popolazione civile"

È stata approvata questa mattina dall’aula di Montecitorio della Camera dei Deputati la mozione presentata ...

Terroristi di terra e di mare

In Nigeria due rapimenti coinvolgono civili e cooperati al confine con il Camerun e, nel golfo di Guinea, gli equipaggi di navi che trasportano petrolio

Pirati e fondamentalismo Islamico semore più attivi in Nigeria. Nella giornata di ieri le forze di ...