Musulmani senza patria

L'India ha pubblicato  il National Register of Citizens dell'Assam che esclude  quasi due milioni di cittadini "non riconosciuti"  in maggioranza fedeli dell'islam

L’India ha pubblicato oggi il National Register of Citizens (NRC) finale: è un documento ufficiale che elenca i cittadini “riconosciuti” nello Stato settentrionale dell’Assam che però esclude quasi due milioni di persone che temono di essere rese apolidi perdendo così anche tutti i diritti. Un totale di 31,1 milioni di persone sono state incluse nel NRC, tralasciando però 1,9 milioni di altre persone in maggioranza musulmane. La mossa dell’India mira a far piazza pulita di immigrati clandestini dal Bangladesh ma molti di loro vivono qui ormai da molto tempo e rischiano ora di rimanere senza patria né documenti.

Dopo la decisione di levare lo status di autonomia del Kashmir – che ha creato forti tensioni col vicino Pakistan –  il governo ultranazionalista di Narendra Modi innesca un nuovo elemento di confornto – questa volta col Bangladesh visto che si deve dimostrare la residenza in India prima del 1971 quando l’ex Pakistan orientale decise di secedere da Islamabad – su un dossier che di fatto ha a che vedere con l’appartenenza etnico religiosa.

Fotonotizie è una sezione di atlanteguerre che dà conto di emergenze in sviluppo

In copertina la Grande Moschea di Delhi

Tags:

Ads

You May Also Like

Sri Lanka: indagini e polemiche

Mentre il governo litiga sugli allerta ignorati e non condivisi il bilancio delle vittime sale a oltre 350. L'autoproclamato Stato islamico rivendica la strage

Il governo di Colombo continua a litigare con l’esecutivo che attacca il presidente e ...

Buio elettorale in Nigeria

Rimandata di una settimana l'apertura delle urne per scegliere il presidente: "problemi logistici". Ma c'è chi teme che violenze e scuse possano avallare futuri brogli sul voto

Dopo le violenze alla vigilia del voto per le presidenziali, con  almeno 66 vittime, tra ...

Il clima dell’Asia

Il continente continua a correre segnando lunghezze sulla via dello sviluppo e degli standard di vita. L'aumento  del turismo aiuta. Ma a che prezzo per l'ambiente?

dall’inviato nel Sudest asiatico Emanuele Giordana  Nella grande isola tailandese di Ko Chang non ...