Dossier/Agenda 2030: l’obiettivo 1

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, il “programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità” sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei Paesi membri dell’ONU, è composta da 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals, SDGs) e da un vasto programma d’azione, per un totale di 169 ‘target’ o traguardi che i Paesi si sono impegnati a raggiungere entro il 2030. Gli obiettivi per lo Sviluppo sono successivi agli Obiettivi di Sviluppo del Millennio conclusi nel 2015.

Con i nostri dossier analizzeremo tutti i goal dell’ambizioso piano delle Nazioni Unite, approfondendone alcuni aspetti. Iniziamo quindi con il goal 1.

In collaborazione con

La povertà e il covid19

La crisi provocata dal Covid19 rischia di invertire decenni di progressi nella lotta contro la povertà. Una ricerca pubblicata dall’UNU Wider (World Institute for Development Economics Research) avverte che le ricadute economiche della pandemia globale potrebbero far aumentare la popolazione in povertà globale a mezzo miliardo di persone , l’8% della popolazione totale. Questa sarebbe la prima volta dal 1990 che la povertà aumenta.

I paesi in via di sviluppo sono più a rischio degli altri, non solo dal punto di vista sanitario, ma anche da quello sociale ed economico. Secondo l’Undp le perdite di reddito dovrebbero superare i 220miliardi di dollari nei paesi in via di sviluppo e si stima che il 55% della popolazione mondiale non avrà accesso alla protezione sociale. Queste perdite avrebbero un forte impatto su istruzione, diritti umani e, nei casi più gravi, su sicurezza alimentare e nutrizione di base. Già prima del Covid, infatti, c’era buona parte della popolazione mondiale esposta alla povertà: il 55% (circa 4 miliardi di persone), ad esempio, non ha beneficiato di alcuna forma di protezione sociale nel 2016 e solo il 22% dei disoccupati erano coperti da indennità di disoccupazione.

Per sostenere i più poveri e vulnerabili, le Nazioni Unite hanno emesso un quadro per la risposta socioeconomica immediata al Covid19 , chiedendo un aumento del sostegno internazionale e dell’impegno politico per garantire che le persone abbiano accesso ai servizi essenziali e protezione sociale.

Povertà: cause e interventi

La povertà ha molte cause. Tra queste le Nazioni Unite rilevano la disoccupazione, l’esclusione sociale, e l’alta vulnerabilità di alcune popolazioni a disastri, malattie e altri fenomeni. Per combattere la povertà, secondo l’Agenda 2030 i governi possono aiutare a creare un ambiente favorevole per generare occupazione e opportunità di lavoro per il poveri ed emarginati, mentre il settore privato ha un ruolo importante da svolgere nel creare una ‘crescita inclusiva’. Può promuovere opportunità economiche per i poveri, il contributo della scienza è stato significativo. Ad esempio, ha abilitato l’accesso all’acqua potabile, ridotto i decessi causati da malattie trasmesse dall’acqua e una migliore igiene per ridurre i rischi per la salute correlati ad acqua potabile non sicura e mancanza di servizi igienici.

Tags: