Senegal, chi paga il costo della guerra in Europa

Anche il conflitto  in corso in Ucraina  sta facendo danni che oltrepassano i confini degli Stati direttamente coinvolti. Il caso della pesca nel Paese africano

di Lucia Michelini

Come in tutte le guerre che si rispettino anche quella in corso in Europa orientale sta facendo danni che oltrepassano i confini degli Stati direttamente coinvolti. Le conseguenze di questo conflitto si stanno vedendo anche in luoghi che apparentemente distano migliaia di chilometri dagli scontri in corso tra Russia e Ucraina. Apparentemente. Ad Elinkine, piccola cittadina del Senegal del sud, l’attività lavorativa dei pescatori del posto è messa a repentaglio per quanto sta accadendo in Ucraina. La pesca artigianale in Senegal è un settore trainante per l’economia del paese. La maggior parte della popolazione che vive sulla costa dell’Oceano Atlantico, da Saint-Louis a Cap Skirring, vive quasi principalmente di pesca. Piccole, numerose, colorate piroghe che ogni giorno partono dai vari porti del litorale per farvi poi ritorno poco prima del tramonto. Ma ieri ad Elinkine, i pescatori non sono riusciti a salpare… (continua su Unimondo).

La foto in copertina è di Victor Rutka

Tags:

Ads

You May Also Like

Crimini di guerra nel Myanmar

Il rapporto di Amnesty dal confine tailandese-birmano: cento testimoni raccontano omicidi, tortura, trasferimento forzato, persecuzione su base etnica, bombardamenti e incendi di villaggi

di Emanuele Giordana L’ultimo rapporto sul Myanmar di Amnesty International – “Pallottole piovute dal ...

Repubblica Centrafricana, fuga dalla violenza

Migliaia di persone in fuga, violenza che non si placa ed estrema necessità di ...

Terrorismo e propaganda in Mozambico

La diffusione di Is-M sotto la lente del rapporto di ExTracm: tattiche e obiettivi dei miliziani e come agiscono i sostenitori on line

Preoccupa la diffusione e il radicamento del terrorismo in Mozambico. ExTracm, il sistema di ...