Stop alle bombe sui civili

Come ogni anno il 1 febbraio ricorre  la  “Giornata Nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo”. Ma nel 2022 l'appuntamento è anche dedicato a una Campagna  contro l’uso delle armi esplosive nelle aree abitate durante operazioni belliche

Con legge n. 9/2017 il Parlamento italiano ha istituito all’unanimità il 1° febbraio di ogni anno quale “Giornata Nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo”, per conservare la memoria delle vittime civili delle guerre del passato, nonché per attirare l’attenzione sul drammatico impatto che gli attuali conflitti hanno sulle popolazioni civili di tutto il mondo.

In occasione delle celebrazioni di quest’anno, l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra (ANVCG), l’Ente Morale preposto per legge in Italia alla rappresentanza e alla tutela delle vittime civili di guerra e delle loro famiglie, in collaborazione AnciComunicare e con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), ha organizzato un webinar dal titolo “Il ruolo degli enti locali per una concreta attuazione della legge del 25 gennaio 2017 n. 9 secondo l’articolo 2”.

L’evento è diretto a promuovere la conoscenza e la concreta attuazione da parte dei Comuni italiani dei principi e dei valori della legge che, all’articolo 2, affida proprio agli enti locali il compito di celebrare la Giornata promuovendo e organizzando cerimonie, eventi, incontri e testimonianze.

Nel corso dell’evento, che si svolgerà a partire dalle ore 15:30 presso la sede Nazionale dell’ANCI a Roma, il Presidente Nazionale ANVCG Michele Vigne e il Presidente del Consiglio Nazionale ANCI Enzo Bianco sigleranno un Protocollo d’Intesa tra le due organizzazioni diretto ad attuare sinergie e forme di coordinamento per celebrare annualmente la Giornata, dal momento che la legge istitutiva, questa volta all’articolo 4, affida proprio all’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, unitamente al Ministero dell’Istruzione, il compito di coinvolgere le scuole di ogni ordine e grado.

Quest’anno la Giornata sarà, inoltre, dedicata alla campagna “Stop alle bombe sui civili”, contro l’uso delle armi esplosive nelle aree abitate durante guerre e conflitti armati, secondo i principi espressi dalla campagna internazionale della rete INEW, coordinata in Italia dall’ANVCG e di cui fanno parte anche la Rete Italiana Pace e Disarmo e la Campagna Italiana contro le Mine. A tal riguardo l’ANVCG, in collaborazione con ANCI, ha chiesto a tutti i Comuni italiani di aderire alla campagna esponendo sul balcone dei propri Municipi lo striscione “Stop alle bombe sui civili” e di sostenere il percorso diplomatico in corso per l’adozione della Dichiarazione Politica Internazionale sulle Armi Esplosive, attraverso l’adozione di una specifica delibera consiliare nella prima seduta utile. Durante il webinar del 1° febbraio interverranno pertanto anche alcuni Sindaci dei molti Comuni che hanno aderito all’iniziativa, mostrando una particolare sensibilità nei confronti delle tematiche della Giornata, a cui seguiranno le conclusioni del Vicepresidente Vicario On.le Roberto Pella.

L’ANVCG e l’ANCI invitano tutti i Comuni che hanno aderito all’iniziativa esponendo sui balconi dei Municipi lo striscione con lo slogan della campagna e/o adottando la delibera consiliare, a darne riscontro al seguente recapito e-mail: info@anvcg.it e a pubblicare le foto degli striscioni sui canali social utilizzando l’hashtag #StopBombeSuiCivili.

Per poter seguire l’evento in diretta, cliccare qui

 

Tags:

Ads

You May Also Like

Balcani: ancora lunga la strada per entrare nell’Ue

“Farete parte dell’Unione. Bisogna solo capire quando” le parole di Ursula von der Leyen al vertice europeo in Slovenia, dove si è discusso anche di una maggiore presenza internazionale europea

Restano sostanzialmente chiuse le porte dell’Unione Europea per i sei paesi dei Balcani occidentali: ...

USA-Iran: il costo di una guerra

Se è un nuovo conflitto quello che sta  per cominciare, sarebbe il più costoso del millennio per gli USA. Lo dice una ricerca del progetto  Costs of War

di Lucia Frigo Una possibile guerra americana in Iran costerebbe agli Stati Uniti una ...

Congo, omicidi mirati

Don Étienne Mutembe, parroco di Kitchanga è stato ucciso dopo la messa. Almeno 15 i gruppi armati attivi secondo il vescovo di Goma

La Repubblica Democratica del Congo non è un luogo sicuro per nessuno, neppure per ...