Trento, l’Atlante delle Guerre si presenta

Presentazione della nona edizione, ospite della Libreria Viaggeria di Trento, mercoledì 22 gennaio alle 20.30, nello spazio archeologico della Volksbank di Piazza Lodron 31 con  il  direttore Raffaele Crocco

Questa pubblicazione, edita dall’Associazione 46° Parallelo di Trento, è un ormai un punto di riferimento in Italia per chi si occupa di guerre, conflitti, pace e geopolitica, scrive nel suo invito la Libreria trentina Viaggeria per l’appuntamento del 22 gennaio col direttore dell’Atlante Raffaele Crocco.

In questa edizione, realizzata come ogni anno da un gruppo di giornalisti e fotografi, si trovano le schede aggiornate delle 30 tra guerre in corso, i focus sulle 18 situazioni di crisi, oltre alle schede collegate ad alcune macroaree interessate da tensioni e conflitti. Per ogni continente c’è una panoramica della situazione generale dei diritti umani, mentre ad ogni conflitto è collegato un tentativo di pace: un’esperienza concreta che la società civile mette in campo per reagire alla guerra. Nel testo tornano inoltre le infografiche: il metodo con cui la redazione dell’Atlante racconta vari fenomeni globali utilizzando mappe e numeri, per fornire in maniera sempre più immediata, ma accurata un quadro generale della salute del Pianeta.

Un Atlante che, come sempre, sa bene da quale parte stare: da quella della vittime, dalla parte di chi subisce la guerra, l’ingiustizia, la disuguaglianza globale o la violazione dei diritti umani. Uno sguardo oltre il nostro confine per abbracciare idealmente le persone che vivono lontano da noi e dalle telecamere e per renderci conto di quanti conflitti quotidianamente ignoriamo. Una presa di coscienza per vivere con maggiore consapevolezza il nostro presente!

Tutto il ricavato delle vendite di questo Atlante la Viaggeria ha deciso di lasciarlo all’Associazione 46° Parallelo.
Visto il limitato numero di posti è indispensabile prenotarsi chiamando lo
0461 233337 o scrivendoci all’indirizzo libreriaviaggeria@yahoo.it.

Tags:

Ads

You May Also Like

«Fate tacere le donne»

di Tommaso Andreatta Nello Yemen un’attivista – impegnata in una campagna per l’emancipazione femminile ...

I segreti (atomici) della Guerra Fredda

Negli anni Ottanta, l'occupazione sovietica dell' Afghanistan fece passare in secondo piano le preoccupazioni per la crescita del nucleare pachistano che preoccupavano molto Washington. Grazie anche alla politica anti Mosca della Cina

di Emanuele Giordana La Guerra Fredda ebbe l’Afghanistan come uno dei suoi nodi strategici ...

Senegal ad alto rischio

di Andrea Tomasi Troppo moderato per piacere, troppo tollerante per essere tollerato, troppo benestante ...