Venezia, premio Mutti a Soheila Mohebi

Si rinnova anche nel 2016 la stima e l’apprezzamento per il lavoro e l’impegno in ambito cinematografico e sociale dei registi Razi e Soheila Mohebi (nella foto), rifugiati politici residenti a Trento dal 2008: Soheila Mohebi ha infatti ricevuto il premio Gianandrea Mutti – Archivio delle memorie migranti. Il riconoscimento le è stato consegnato nella giornata di oggi, 3 settembre 2016, all’Hotel Excelsior del Lido durante la 73esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Il titolo dell’opera da lei scritta e premiata come miglior sceneggiatura tra diversi candidati è “Una Casa sulle Nuvole”, una storia che affronta il rapporto tra la prima, la seconda e la terza generazione di migranti.

Il Premio Mutti-AMM è un concorso nazionale promosso da Associazione Amici di Giana, Officina Cinema Sud Est, Fondazione Cineteca di Bologna e Archivio delle Memorie Migranti (AMM), con il sostegno di Fondazione lettera27 e la collaborazione di Prendiamo la Parola, ed ha come scopo quello di supportare la realizzazione di produzioni cinematografiche realizzate da cineasti migranti presenti nel nostro paese che s’ispirino a una visione partecipata della cultura contemporanea e di sensibilità per il tema della diversità culturale e dell’inclusione sociale.
Il film, prodotto dalla trentina Razi Film House, dovrà essere realizzato entro il 30/06/2015, non ci resta quindi che augurare buon lavoro alla coppia di registi ed ai loro collaboratori ed attendere il risultato dei loro sforzi che, ne siamo sicuri, non deluderà di certo le aspettative.

Tags:

Ads

You May Also Like

La sfida del 12 luglio

In Irlanda del Nord sei giorni di incidenti con la polizia e ordigni contro la casa di Gerry Adams e di altri esponenti repubblicani. La “Nuova IRA” e gli effetti della chiusura nazionalista che attanaglia l’Europa

di Lucia Frigo Ordigni esplosivi sono stati lanciati a Belfast, nella notte tra venerdi ...

Oltre le stragi. Gli afgani scelgono la tregua

La risposta ai sessantasei morti dell'ultima domenica di attentati ai centri di registrazione elettorale è una protesta pacifica ed estesa in sedici province dell'Afghanistan

di Emanuele Giordana Nonostante i continui attentati stragisti ai centri di registrazione per il ...