Violenze in Iraq: almeno 30 le vittime

Scontri a Bagdad tra forze di sicurezza e sostenitori di Al-Sadr che ha annunciato di volersi "dimettere" dalla politica del Paese

Secondo fonti citate stamattina dall’emittente del Qatar Al-Jazeera (da cui è ripreso il fermo immagine in copertina) il leader iracheno Muqtada al-Sadr sta facendo uno sciopero della fame fino alla fine della “violenza e dell’uso delle armi”. La sua decisione segue le violenze scoppiate a Bagdad durante le proteste dei suoi seguaci e almeno 30 persone sono state uccise e altre centinaia ferite, secondo una fonte medica citata dalla tv.  La violenza è iniziata dopo che il potente leader religioso sciita Muqtada al-Sadr ha annunciato lunedì che si sarebbe dimesso dalla politica irachena, spingendo centinaia di suoi seguaci arrabbiati a prendere d’assalto il palazzo del Governo, innescando scontri con le forze di sicurezza. La situazione è in continua evoluzione e il bilancio delle vittime potrebbe crescere

(Red/Est)

Fotonotizie è una sezione di atlanteguerre che dà conto di emergenze in sviluppo

Tags:

Ads

You May Also Like

I droni nelle nuove guerre

Appuntamenti: a Roma una conferenza internazionale di confronto sulle prospettive dell’uso degli aerei senza pilota  in missioni letali

I DRONI ARMATI E IL NUOVO VOLTO DELLA GUERRA   Conferenza internazionale di confronto ...

La Palestina all’Onu. Il messaggio di Ban Ki-moon e il testo della risoluzione

Il 29 novembre, nella Giornata Internazionale di Solidarieta’ con il Popolo Palestinese, l’Assemblea Generale ...

Lo stato della Russia

Il presidente Vladimir Putin ha messo in guardia gli Stati Uniti dal dispiegare nuovi missili in Europa, minacciando una possibile ritorsione che vedrebbe presi di mira anche i suoi alleati occidentali con le nuove armi in possesso della Federazione russ

Il presidente Vladimir Putin ha messo in guardia  gli Stati Uniti dal dispiegare nuovi missili ...