Il litio boliviano : un tesoro nascosto

Burocrazia e tecnologia arretrata gli ostacoli  

di Marco Grisenti

Si chiama Salar de Uyuni, si trova nel sud della Bolivia ed è una distesa di sale così vasta e bianca che è addirittura visibile dalla luna. 10.000 km quadrati di piccoli cristalli bianchi – all’incirca l’area del Kosovo – che durante la stagione delle piogge vengono inondati da 15-20 cm di acqua (gelida) proveniente dai fiumi limitrofi, creando un effetto a specchio affascinante e unico. Lo strato superiore del deserto è appunto costituito da esagoni di sale, di una perfezione sconcertante, abbastanza spessi da sopportare il peso delle Jeep di turisti che le attraversano, o degli alberghi di sale sparpagliati qua e là, come igloo nell’Artico.

Ma sotto questo “cappotto” bianco si trova uno strato di salamoia che contiene i più grandi depositi al mondo di litio, un metallo leggero e volatile utilizzato nelle batterie per smartphone, computer e veicoli elettrici…

continua a leggere su: Unimondo

 

Tags:

Ads

You May Also Like

Sudan: violenza al Sud

Gli scontri nel Kordofan Meridionale e in altre aree del Paese mettono a dura prova la transizione democratica: niente di fatto nei negoziati con i ribelli

Giorni di scontri intensi hanno portato alla morte di almeno 30 persone a Kadugli, ...

Afrin sotto assedio, una voce curda

Di Alice Pistolesi Una città assediata, migliaia di persone in trappola. Afrin, al confine ...

Cile, le accuse dell’Onu

Forte denuncia sugli abusi della polizia. Cosa chiedono i manifestanti. Il titolare dell'Interno costretto a dimettersi

di Maurizio Sacchi L’Alto commissariato per i diritti umani delle Nazioni unite ha denunciato ...