Il litio boliviano : un tesoro nascosto

Burocrazia e tecnologia arretrata gli ostacoli  

di Marco Grisenti

Si chiama Salar de Uyuni, si trova nel sud della Bolivia ed è una distesa di sale così vasta e bianca che è addirittura visibile dalla luna. 10.000 km quadrati di piccoli cristalli bianchi – all’incirca l’area del Kosovo – che durante la stagione delle piogge vengono inondati da 15-20 cm di acqua (gelida) proveniente dai fiumi limitrofi, creando un effetto a specchio affascinante e unico. Lo strato superiore del deserto è appunto costituito da esagoni di sale, di una perfezione sconcertante, abbastanza spessi da sopportare il peso delle Jeep di turisti che le attraversano, o degli alberghi di sale sparpagliati qua e là, come igloo nell’Artico.

Ma sotto questo “cappotto” bianco si trova uno strato di salamoia che contiene i più grandi depositi al mondo di litio, un metallo leggero e volatile utilizzato nelle batterie per smartphone, computer e veicoli elettrici…

continua a leggere su: Unimondo

 

Tags:

Ads

You May Also Like

Pugno di ferro al confine

Trump lancia un’offensiva senza precedenti contro i migranti centroamericani. Sospende da subito gli aiuti Usa a Guatemala, Salvador e Honduras. Minaccia di chiudere i valichi col Messico. La polizia di frontiera viene dirottata nel deserto a catturare chi cerca di varcarla. Malgrado ciò è record di entrate illegali

Maurizio Sacchi “Perchè vogliamo chiudere il confine? Abbiamo bisogno del personale dei posti di ...

Sale la tensione tra la Nato e Mosca

Un miliardi di nuovi investimenti in nome della deterrenza. E la crisi tra l'Alleanza e la Russia aumenta

I ministri della Difesa della NATO hanno concordato un nuovo piano di “deterrenza” per ...

Un appello al popolo russo

Una lettera aperta alla società civile perché si ponga fine alla guerra. Scritta e diffusa dalla coalizione StoptheWarNow

«Ci rivolgiamo a voi, cittadine e cittadini di Russia, affinché chiediate al vostro governo ...