No all’oleodotto, la lotta del popolo Yaqui

Popolazioni indigene sotto attacco anche in Messico. Nello stato di Sonora è infatti in corso una dura repressione contro il popolo Yaqui, in aperta opposizione alla costruzione di un oleodotto nell’area.

Gli Yaqui erano inizialmente riusciti a bloccare la costruzione che però è ripresa nei giorni scorsi e negli scontri con la forze dell’esercito federale del 21 ottobre un manifestante è morto.

La popolazione denuncia da tempo i metodi utilizzati dalla società: minacce, intimidazioni di vario genere sono all’ordine del giorno.

In una intervista al quotidiano Milenio alcune donne yaqui hanno denunciato atti vandalici contro le auto, aggressioni. Alcune di loro sarebbero nascoste perché già raggiunte da minacce.

L’impresa avrebbe anche assunto membri della comunità come guardie, creando divisioni notevoli al proprio interno.

Ma da cosa deriva questa opposizione? L’oleodotto passerebbe a meno di un chilometro di distanza da due delle loro scuole. Il problema principale sarebbe quindi collegato alla sicurezza.

Sulla questione Yaqui sono intervenuti con un comunicato anche i comitati Por La Reconstitución Integral de Nuestros Pueblos, Nunca Más Un México Sin Nosotros, il Congreso Nacional Indígena e l’Ejército Zapatista de Liberación Nacional

“Ripudiamo la tensione – si legge nel comunicato – e la discordia che i malgoverni e i loro caporioni, le imprese nazionali e straniere, promuovono e seminano nelle comunità, con l’ambizione di prendersi il gas, l’acqua e i minerali del territorio Yaqui, attraverso cui fomentano la divisione come strumento per imporre morte e distruzione sui nostri territori, perché per essi significhiamo soltanto più potere e più denaro”.

Fonti:

http://enlacezapatista.ezln.org.mx/2016/10/24/comunicado-conjunto-del-cni-y-el-ezln-en-apoyo-a-la-digna-resistencia-de-la-tribu-yaqui/

http://www.milenio.com/politica/Mujeres_yaquis_resguardadas_por_amenazas-indigenas_sonorenses-construccion_gasoducto_0_838716143.html

http://mexiconewsdaily.com/news/yaqui-communities-clash-over-pipeline/

 

 

Tags:

Ads

You May Also Like

La crisi dietro la facciata

La difficile congiuntura economica del Turkmenistan, marcata da iperinflazione e da una diffusa penuria di cibo, ha portato a una repressione del dissenso sempre più dura. La denuncia di un think tank europeo

Il Turkmenistan è un”Economia Potemkin”, con una facciata in marmo e indicatori economici ufficiali ...

India/Pakistan. L’Onu offre una mediazione

Esprimendo profonda preoccupazione per l'aumento della tensione tra i due Paesi asiatici  dopo l'ultimo episodio in Kashmir, Antonio Guterres ha chiesto alle parti di esercitare la massima moderazione ed è pronto a mettersi a disposizione

Mentre Delhi respinge al mittente l’olivo offerto dal Pakistan, che ha chiesto di partecipare ...

Un’idea americana per una pace afgana (aggiornato)

Mentre talebani ed emissari di Washington stanno per incontrarsi a Doha la stampa di Kabul rivela un piano Usa per il negoziato. Che mette  all'angolo il governo di Ashraf Ghani

Questa volta saranno da soli. Né pachistani, né sauditi, né iraniani, né emiratini ma, ...