I Can’t Breathe. Black Lives Matter

La manifestazione di sabato 6 giugno alle 16 in Piazza Duomo a Trento.

Diffondiamo il comunicato stampa della manifestazione “I Can’t Breathe. Black Lives Matter”, che si terrà dalle 16.00 di sabato 6 giugno in Piazza Duomo a Trento. La redazione dei atlanteguerre.it e l’Associazione 46°Parallelo di cui fa parte, hanno aderito.

Il 25 maggio 2020 è stato ucciso George Floyd, afroamericano, ad opera di un agente di polizia. Il suo nome è stato aggiunto alla lunghissima lista di omicidi da parte della polizia statunitense, nei confronti della comunità afroamericana. Ma quel giorno infame ha riacceso gli animi democratici e antirazzisti di tutto il Paese: gli Stati Uniti sono attraversati da imponenti manifestazioni e proteste da dieci giorni, la maggior parte delle quali pacifiche.

Continuano però gli arresti e le violenze da parte della polizia statunitense contro i manifestanti. Donne e uomini di tutte le etnie stanno combattendo coraggiosamente contro un sistema di oppressione basato sul colore della pelle, fomentato dal suprematismo bianco incarnato da gruppi di persone che tentano di sabotare le proteste spesso nella connivenza delle istituzioni statunitensi. Lo stesso Presidente degli Stati Uniti ha incoraggiato ad usare ogni violenza necessaria per reprimere le proteste, l’emblema della libertà democratica di espressione di un Paese che si fa promotore, a parole, della democrazia.

La stessa libertà di stampa è sotto attacco: l’arresto in diretta tv di una troupe della CNN ci riporta a tempi bui. Non si può restare inermi di fronte alla violenza e al razzismo istituzionalizzato: bisogna andare avanti a gran voce, pretendendo eguaglianza sostanziale e rispetto per le persone, a prescindere dal colore della pelle.

Con convinzione aderiamo alla battaglia del movimento Black Lives Matter, per rivendicare giustizia nei confronti delle vittime di razzismo e degli abusi delle forze dell’ordine, negli Stati Uniti e ovunque. Anche in Italia abbiamo vissuto e continuiamo a vivere attacchi, crimini d’odio razziale; non dimentichiamo l’esultazione di determinate forze politiche all’ennesimo naufragio nel Mediterraneo, non possiamo non ascoltare le vittime di caporalato nei nostri campi coltivati.

Sabato 6 giugno dalle ore 16.30 presidieremo piazza Duomo a Trento, rispettando il distanziamento sociale e con le dovute misure di precauzione, dicendo a gran voce che il razzismo non deve rimanere impunito. Le vite dei neri contano.

Tags:

Ads

You May Also Like

Il libero commercio festeggia il sì al Ceta

  E’ stato approvato ieri, mercoledì 15 febbraio, il fratello minore del ben più ...

Reattori nucleari sul Mediterraneo

di Ilario Pedrini «Arsenale nucleare da rafforzare», parola del nuovo presidente degli Stati Uniti ...

La memoria di Prijedor – 3

Si conclude con un'intervista il reportage su quest’area della Bosnia Erzegovina dove le ferite dei massacri non si sono ancora suturate e incidono la carne viva dei superstiti e dei parenti che non vivono “solo” nel ricordo ma chiedono una giustizia spesso negata. Terza e ultima  puntata

di Paolo Piffer Aveva 17 anni quando scoppiò la guerra in Bosnia, nel 1992, ...