24 ore per Julian Assange

Una maratona di 24 ore per la sua libertà il prossimo 15 ottobre. Un appello 

A partire da un’idea lanciata da  Pressenza, è stato costituito un comitato, insieme a numerose realtà tra cui Atlante delle guerre e dei conflitti del Mondo, che promuove per il prossimo 15 ottobre  una maratona di 24 ore per la libertà di Julian Assange. Qui sotto l’invito/appello

Julian Assange è un uomo, un giornalista che ha rivelato i crimini e i criminali delle guerre in Afghanistan e in Iraq degli Stati Uniti.

Julian Assange per questo è stato punito, è stato ingiustamente incarcerato e imbavagliato, gli è stato impedito di fare informazione. Mentre i crimini e i criminali sono impuniti e assolti.

Julian Assange rischia di essere estradato negli Stati Uniti e condannato a morte con 175 anni di carcere.

Julian Assange ha due figli piccoli e ha accanto una compagna e avvocata, Stella Assange, che continua a lottare.

Julian Assange è il simbolo di tutti i giornalisti, le giornaliste, le voci libere che con lui possono essere messe a tacere.

Julian Assange rappresenta un modello di mondo nuovo e migliore dove l’ingiustizia va condannata e i diritti umani difesi.

Sono sempre più numerose le iniziative per la libertà di Assange e per impedirne la pericolosa estradizione negli USA.

Vi invitiamo a partecipare a un’iniziativa grandiosa che possa far conoscere il suo caso in tutto il pianeta: 24 ore non stop dove giornalisti, attivisti, artisti, persone di cultura manifesteranno in tutto il pianeta per la libertà di Julian. Il 15 Ottobre sul Pianeta Terra.

Aderisci a: 24hAssange@proton.me

Prossimamente attivo il sito web http://www.24hassange.org in varie lingue.

Qui promotori e adesioni in continuo aggiornamento:

Comitato promotore

Organizzazioni e testate:

Amnesty International

Articolo21

Atlante delle guerre e dei conflitti del Mondo

Free Assange Italia

Italia che Cambia

Left

Media Alliance

Pressenza

Terra Nuova

transform! Italia

Sostenitori di Julian Assange

Sovranità Popolare

Unimondo

Ecomapuche

Persone:

Daniela Bezzi

Maurizio del Bufalo, Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli

Renato Giuseppe Napoli (EarthProtector-StopEcocide)

Maurizio Torti

Dale Zaccaria

Adesioni

La Comunità per lo Sviluppo Umano

PeaceLink

Persone:

Maurizio Acerbo

Cecilia Capanna

Marco Cappato (associazione Luca Coscioni)

Geraldina Colotti

Pietro Folena

Alessandro Hellmann (autore)

Lazzaro Pappagallo

Stefania Maurizi

Vincenzo Vita

Tags:

Ads

You May Also Like

Fasce Bianche per non dimenticare

Manifestazione il 31 maggio anche per ricordare che nella Bosnia di oggi, che vuole entrare nella Ue  25 anni dopo la guerra che dissolse la ex Jugoslavia, la pace è ancora lontana

Burkina Faso: oltre lo scontro religioso

Da tempo il Paese, come vaste aree del Sahel, è interessato da attacchi terroristici. Alcune ragioni della radicalizzazione, a partire dalla povertà estrema

Da tempo il Burkina Faso è interessato da un’ondata di violenza, che ha coinvolto la comunità ...

Vicini da «trattare bene»

di Tommaso Andreatta Quali sono  oggi i rapporti tra Italia e Libia, il Paese ...