Afghanistan 2021. Vent’anni dopo, vent’anni indietro?

Una giornata a Rovereto nella data storica dell'11 settembre 2001. La necessità di un dibattito e di una riflessione due decenni dopo. Accompagnati dai rintocchi della Campana dei caduti

“Afghanistan, 2021. Vent’anni dopo, vent’anni indietro?” è il titolo scelto dal  Forum trentino per la pace e i diritti umani che invita i giornalisti e la cittadinanza a  partecipare alle iniziative organizzate da Associazione Bianconero e dal Forum stesso, incollaborazione con il Comune di Rovereto, Fondazione Museo Storico del Trentino, Fondazione Campana dei Caduti di Rovereto e Associazione 46° Parallelo/Atlante delle Guerre e dei Conflitti nel Mondo in occasione del ventennale dell’11 settembre.  L’iniziativa fa parte del percorso di avvicinamento alla 24° Edizione del Religion Today Film Festival.

I vent’anni dagli attentati dell’11 settembre sono, oggi, carichi di molti e diversi significati evidenti agli occhi di tutti: questa sembra essere una traccia comune a tutto il 2021, anno denso di ricorrenze legate alle trasformazioni che hanno caratterizzato il mondo e le nostre comunità nel recentissimo passato (i 30 anni dalla guerra nei Balcani e dalla nave Vlora, i 20 anni dal G8 di Genova, dall’11 settembre e dall’avvio della guerra in Afghanistan, i 10 anni dalle Primavere Arabe, solo per citare alcuni di questi eventi).  Tutte queste ricorrenze sono un’occasione per fare valutazioni, riconoscere errori e capire come interpretare un presente profondamente inciso da questi cambiamenti per progettare un futuro che sappia trasformare le sorti delle nostre società, dallo sfruttamento all’uguaglianza, dalla violenza – della guerra, delle disuguaglianze, del razzismo, delle discriminazioni – ad una pace concreta, fatta di relazioni solide, di conflitti capaci di generare società migliori.

L’insieme di queste considerazioni, nell’anno del Trentennale del Forumpace, hanno portato – scrive in una nota il Forum –  a realizzare percorsi di approfondimento e riflessione, e a mettere in campo iniziative a sostegno di tutte e tutti coloro che si stanno adoperando concretamente tanto nella costruzione di una coscienza collettiva su questi temi quanto a salvare vite. Nel presentare le iniziative che aprono le riflessioni su questi 20 anni di guerra in Medio Oriente e Asia Centrale, il Forumpace rinnova il proprio appello affinché le istituzioni locali, nazionali ed europee si adoperino attivamente per realizzare corridoi umanitari in tutti quei contesti in cui le guerre, la povertà, i disastri climatici hanno reso impossibile una vita dignitosa. Il Forumpace, inoltre, rinnova il proprio appello a fermare i rimpatri e adottare politiche – locali, nazionali e comunitarie – di accoglienza, riconoscimento dei diritti e  rimozione degli ostacoli che ne consentano il concreto esercizio per tutte le persone. Non si tratta di temi differenti: quanto avviene in Afghanistan si tiene con le battaglie per la giustizia sociale, per la lotta contro ogni discriminazione e violenza, per l’impegno a rendere accessibili, a tutte e tutti, i servizi che sono diretta espressione dei diritti di ciascun essere umano.

Alle ore 21.30 seguiranno i rintocchi della Maria Dolens
Per prenotazioni: https://forms.gle/efRhuBzarxrzCE5K7
Per accedere è necessario il Green Pass

Programma delle iniziative
11 settembre 2021, ore 11.00
Rovereto, Campana dei Caduti
Incontro con i giornalisti – Vent’anni dopo, vent’anni indietro?
Interverranno:
Arianna Miorandi, Consigliera comunale delegata alla cooperazione
Paolo Mirandola, rappresentante della Fondazione Campana dei Caduti
Massimiliano Pilati, Presidente del Forum trentino per la pace e i diritti umani
Andrea Morghen, Direttore Associazione Bianconero
Barbara Gallo, giornalista specializzata e collaboratrice di IRIAD – Archivio Disarmo
Emanuele Giordana, giornalista, presidente di Afgana e direttore editoriale del portale
atlanteguerre.it
Tehseen Nisar, collaboratrice di South Asian Democratic Forum, Università LUISS e con i
media del Pakistan.

11 settembre 2021, ore 20.00
Rovereto, Campana dei Caduti
Vent’anni dopo, vent’anni indietro?
Promosso da Associazione Bianconero e Forumpace in collaborazione con Fondazione
Campana dei Caduti, 46°Parallelo/Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo
Il ventennale dell’11 settembre e della guerra in Afghanistan, iniziata il 7 ottobre 2001,
coincide con la fine della presenza occidentale nel Paese e con il ritorno al potere dei
Talebani, in drammatico contrasto con le attese di una transizione annunciata come
‘naturale’. Le domande sono inevitabili: cosa è cambiato in questi vent’anni, in Occidente
come in Asia Centrale? Che conseguenze ha avuto la retorica dello “scontro di civiltà”? Quali
risultati promettevano e quali, invece, hanno raggiunto questi 20 anni di guerra? Cosa sarà
dei diritti e delle conquiste ottenute dal popolo afgano? Come interpreteremo i prossimi 20
anni e quali attori globali ne saranno i protagonisti?
Saluti istituzionali:
Francesco Valduga, Sindaco di Rovereto
Paolo Mirandola, rappresentante della Fondazione Campana dei Caduti
Massimiliano Pilati, Presidente del Forum trentino per la pace e i diritti umani
Andrea Morghen, Direttore Associazione Bianconero
Ne parleranno Barbara Gallo, giornalista specializzata e collaboratrice di IRIAD – Archivio
Disarmo; Emanuele Giordana, giornalista, presidente di Afgana e direttore editoriale del
portale atlanteguerre.it; Tehseen Nisar, collaboratrice di South Asian Democratic Forum,
Università LUISS e con i media del Pakistan.

Alle ore 21.30 seguirà i rintocchi della Maria Dolens

Tags:

Ads

You May Also Like

Torture e stupri, le denunce dei Tamil

Una guerra terminata sulla carta otto anni fa, le cui conseguenze continuano tuttora. Tra ...

La vittoria dei fratelli Rajapaksa

Le elezioni presidenziali a Sri Lanka hanno premiato Gotabaya.  Ma nel governo è scontato un posto anche per suo fratello Mahinda. Una famiglia che piace alla Cina

di Emanuele Giordana Le elezioni presidenziali a Sri Lanka, dove si è votato sabato, ...

India, Cina, Nepal: tensione sui ghiacciai

Truppe al confine tra i due colossi asiatici e scaramucce tra esercito indiano e cinese. Tensione anche tra Delhi e Kathmandu

Risolvere la situazione di stallo lungo la Linea di controllo effettivo (LAC, il confine ...