Biden/Xi. Prove di distensione

Passi avanti nel rapporto tra Cina e Stati Uniti dopo l'incontro a margine dell'Apec
Nella conferenza stampa dopo le 4 ore di faccia a faccia con Xi Jinping alla sua prima visita da Presidente negli Usa, Joe Biden ha detto che sono stati fatti alcuni importanti progressi e i colloqui sono stati “molto costruttivi e produttivi”. Disgelo avviato anche se i nodi, come Taiwan o le sanzioni economiche alla Rpc, restano aperti ma con il riconoscimento reiterato che la Cina è una sola.  Xi Jinping, ha detto di credere in un “futuro promettente” delle relazioni Usa-Cina: “Non dobbiamo creare ostacoli di vario genere oppure effetti agghiaccianti”, ha aggiunto a margine del vertice della Cooperazione economica Asia-Pacifico (Apec).
Un passo è comunque stato fatto. Si riaprono i fili di un discorso interrotto anche se un disgelo vero e proprio deve ancora arrivare come si evince da un commento di Biden che ha definito di nuovo pubblicamente Xi un “dittatore” alla guida di un Paese “comunista”. Ma si è ristabilita anche la hotline militare, cancellata da Pechino dopo la visita a sorpresa a Taipei dell’allora speaker del Congresso Nancy Pelosi nel 2022. Accordo poi per la repressione in Cina della produzione e dell’esportazione dei precursori chimici del Fentanyl, l’oppioide sintetico piaga ormai prepotente negli Usa.  Confermato infine anche l’impegno a cooperare sul clima.
In copertina la stretta di mano tra i due Capi di Stato in un fotogramma del video trasmesso da Euronews
(Red/Est)

Tags:

Ads

You May Also Like

Dalla Libia con furore

Il rapporto di due Ong mette sotto accusa le transazioni di una società svizzera con una rete libica di trafficanti di gasolio. Via Malta

Un rapporto di TRIAL International e Public Eye presentato in questi giorni a Ginevra ...

Il clima che verrà

Il Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli lancia quest'anno un Concorso Cinematografico sui temi dell'ambiente

Il Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli – che con l’Atlante delle ...

Migranti, la nuova (pericolosa) rotta dal Mar Nero

Una fuga dalla Siria attraverso il Mar Nero con arrivo in Romania. Ancora i ...