I droni di Pyongyang tornano in Corea del Sud

Per la prima volta dal 2017 cinque velivoli hanno attraversato Seoul e altre città in un clima di tensione crescente tra i due Paesi

Droni nordcoreani sono entrati lunedì 26 dicembre nello spazio aereo della Corea del Sud per la prima volta dal 2017. I cinque velivoli, avvistati per la prima volta sopra la città nord-occidentale di Gimpo, ma che hanno sorvolato diverse città sudcoreane, inclusa la capitale Seoul, hanno spinto la Corea del Sud a far decollare aerei da combattimento per cercare di abbatterli.

“L’incidente – ha detto il presidente Yoon Suk-yeol durante una riunione di gabinetto convocata ad hoc- ha mostrato una sostanziale mancanza di preparazione e addestramento dei nostri militari negli ultimi anni e ha chiaramente confermato la necessità di una maggiore prontezza e addestramento”.

L’esercito di Seoul non è infatti riuscito ad abbattere i droni. Il Presidente ha poi affermato che il Paese creerà un’unità militare specializzata in droni, come risposta alla recente incursione. L’incidente è solo l’ultima intrusione nello spazio aereo da parte di veicoli aerei senza equipaggio del Nord. Altri episodi erano avvenuti nel 2014 e nel 2017, quando un drone che si credeva fosse in missione di spionaggio si è schiantato ed è stato trovato su una montagna vicino al confine.

Analisti, citati da Al Jazeera, hanno affermato che i droni potrebbero essere troppo piccoli e primitivi per condurre missioni di ricognizione complete, ma potrebbero essere sufficienti per trasportare un’arma o interrompere l’attività dell’aviazione. Ma nelle ‘prove di forza’ di Pyongyang non ci sono solo i droni. Nelle ultime settimane, la Corea del Nord ha infatti testato una raffica di missili che hanno suscitato preoccupazione in Corea del Sud, Giappone e tra i loro alleati occidentali. Nella giornata di venerdì 23 dicembre, per rispondere a un’esercitazione aerea congiunta di Corea del Sud e Stati Uniti, ha inoltre lanciato due missili balistici a corto raggio.

*In copertina un fermoimmagine di un video di Al Jazeera

Tags:

Ads

You May Also Like

Mobilitazione umanitaria al confine

Alla violenza greca la ong Intersos risponde avviando un team di emergenza nella zona di Evros

Gli atti di violenza e disumanità al confine tra Grecia e Turchia richiedono una ...

Indonesia elezioni, scontri e vittime dopo i risultati

Incidenti a Giacarta tra  i sostenitori del perdente e le forze di sicurezza. Bilancio ancora incerto di morti e feriti

Le proteste dei sostenitori di Prabowo Subianto contro la vittoria elettorale di Joko Widodo ...

Senza più atomica

A New York la Seconda Conferenza degli Stati parti del Trattato sulla proibizione delle armi nucleari. La scelta di Giacarta

di Laura Tussi Nonostante l’Italia come Paese non fosse presente, nemmeno in veste di ...