La Pace possibile

L'invito dell'Atlante delle guerre e  dei conflitti a marciare il 7 ottobre alla Perugia Assisi

di Raffaele Crocco

La cosa che davvero mi affascina della Pace è che è possibile. Non è vero che sia utopia, non dobbiamo credere a chi dice che la Pace è un sogno. Noi sappiamo esattamente quali sono le ragioni che portano popoli e luoghi a perdere la Pace. Sappiamo che la mancanza di lavoro, di diritti, di equità e democrazia conducono inevitabilmente a conflitti non controllabili, alla guerra. Sappiamo anche che la cattiva informazione porta alla guerra. Possiamo misurare tutto, possiamo prevedere molto. Abbiamo gli strumenti per farlo, le conoscenze. Sappiamo esattamente come evitare ognuna delle 34 guerre in corso.

Questo ci carica di una responsabilità precisa: lavorare ogni giorno, con i mezzi che abbiamo, per far diventare la Pace la nostra quotidianità, il nostro vivere normale. Lo dobbiamo fare come cittadini. Lo dobbiamo fare come giornalisti. Possiamo quindi trasformare il marciare ad Assisi in un piccolo passaggio verso questa banale, possibile, bellissima e nuova quotidianità

La marcia Perugia Assisi si svolge quest’anno il 7 ottobre. Per saperne di più clicca qui

 

Tags:

Ads

You May Also Like

Uganda, le contraddizioni di una fragile pace

Di Raffaele Crocco da Kampala. Kampala è una città che cresce. Il problema è ...

Gli infiniti muri dopo Berlino

Il 9 novembre saranno trent'anni dalla caduta del simbolo della Guerra Fredda tra le due Germanie: vale la pena ricordarlo. L'editoriale del direttore dell'Atlante

di Raffaele Crocco E’ affascinante parlare di un avvenimento come la Caduta del Muro ...

Spegniamo la guerra e cambiamo il Mondo

"Spegnerla significa iniziare la costruzione della pace. Solo iniziarla, non altro, perché la pace è fatta anche del silenzio delle armi, ma si crea con il rispetto dei diritti e degli esseri umani". L'editoriale di Raffaele Crocco

di Raffaele Crocco* E’ l’altruismo di chi rifiuta di sparare perché non vuole uccidere ...