La pace torna in piazza il 5 novembre

Lancio ufficiale ieri a Roma della manifestazione nazionale nella capitale il prossimo mese indetta da EuropeForPeace

Cessate il fuoco, ripudio delle guerra, apertura immediata di un negoziato, sostegno a una diplomazia che, col coinvolgimento dell’Onu, conduca a una rapida soluzione politica del conflitto. Sono queste le parole d’ordine che rimbalzano dalla piattaforma presentata ieri in Campidoglio alle centinaia di manifestazioni, eventi e presidi previsti per questo weekend e meticolosamente coordinate da EuropeForPeace nella campagna per far convergere una mobilitazione diffusa nell’appuntamento nazionale di sabato 5. Non saranno le uniche: Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, ricorda che la mobilitazione riguarda anche “la riduzione delle spese militari e l’eliminazione delle armi nucleari a favore di investimenti per combattere le povertà, favorire la transizione ecologica, garantire un lavoro dignitoso”.

Tra i promotori dell’iniziativa, sono tante sono le sigle grandi (dalle Acli a Emergency a Sant’Egidio alla Tavola della pace) e così le piccole (centinaia tra associazioni e reti) che rappresentano la società civile italiana che, come già in passato, prende l’iniziativa. “Si è rimesso in moto il movimento pacifista”, dice Daniele Lorenzi di Arci a margine della conferenza stampa con cui le centinaia di sigle del movimento per la pace italiano hanno presentato ieri a Roma la manifestazione del 5 novembre e le attività diffuse di questo weekend. “Siamo soddisfatti – commenta il Presidente dell’Arci – ma dobbiamo anche chiederci, senza polemiche, perché ci è voluto così tanto tempo per arrivare a questa mobilitazione nazionale. Eppure in passato anche in momenti critici come il bombardamento di Belgrado c’eravamo”. L’Arci sarà in piazza con lo striscione Pane, pace, pianeta”.

Giulio Marcon sottolinea che qui non si tratta di “vincere la guerra ma di vincere la pace. Ricorda gli appuntamenti: si comincerà con una fiaccolata a Roma il 21, ricorda il portavoce di Sbilanciamoci!, cui seguiranno le centinaia di eventi in tutto il Paese tra il 21 e il 23, propedeutici alla manifestazione del 5. Il sito web di Sbilanciamoci! ospita tutti gli appuntamenti del fine settimana e ogni giorno si arricchisce di nuovi. La lista, in continuo aggiornamento,  si può leggere sul sito cliccando qui.

Tags:

Ads

You May Also Like

Basta disumanità ai confini Ue. Una campagna

Stop the Inhumanity at Europe’s Borders chiede all'Europa di riformare  l’attuale regime e le pratiche di frontiera

Stop the Inhumanity at Europe’s Borders (Stop alla disumanità alle frontiere europee) è una ...

“Abbiate il coraggio di restare soli”

Resistere resistere resistere sempre. La lettera del Sindaco Mimmo Lucano scritta nel 2018.

La battaglia del grano si rigioca a New York

L'accordo sui cereali raggiunto grazie a Turchia e Nazioni Unite rischia di creare nuove tensioni durante la settimana di apertura dell'Assemblea Generale dell'Onu. Il memorandum riservato sui fertilizzanti

di Gianna Pontecorboli New York – Quando, il 22 luglio scorso, la Russia, l’Ucraina ...