Fermiamo la violenza in Kashmir: l’appello

Atlante delle guerre insieme a Cinema dei Diritti Umani di Napoli e al Festival dei Diritti Umani di Milano è tra i promotori di questo testo che punta ad accendere i riflettori sulla regione contesa  tra India e Pakistan
Accendiamo i riflettori sul Kashmir, per non dimenticare un conflitto che rischia una drammatica escalation.
Avvertiamo l’urgente necessità di fermare la spirale di violenze che si annuncia al confine tra India e Pakistan dopo l’attentato delle scorse settimane e sottoscriviamo l’appello del popolo del Kashmir indiano, consci che le responsabilità della crisi sono molteplici e la situazione meriterebbe un’analisi più completa. Riteniamo che le sofferenze subite dal popolo del Kashmir negli ultimi decenni meritino urgenti e responsabili interventi multilaterali e confidiamo nel senso di responsabilità del Segretario Generale delle Nazioni Unite.
Per firmare la lettera, vi invitiamo a inviare una email ai seguenti indirizzi, indicando nome, cognome, organizzazione e qualifica: kashmirscholars@yahoo.comkashmirscholars.wordpress.com

Il testo completo dell’appello:

Tags:

Ads

You May Also Like

Chi guiderà la Cina, via al congresso

Ha preso il via oggi il 19esimo congresso del Partito Comunista Cinese. L’appuntamento è ...

E adesso liberiamoci dalle armi

Buon 25 aprile Festa della Liberazione dal nazi fascismo dalla redazione dell'Atlante. Un'occasione  per ripensare anche all'inutilità della spesa militare che va tagliata e riconvertita

Il 25 aprile è la Festa della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo ma noi abbiamo ...

Alla ricerca dei propri cari scomparsi: le ‘Rastreadoras’ di Sinaloa

Il gruppo è stato fondato nel 2015 da Mirna Medina, madre di Roberto, uno dei tantissimi desaparecidos messicani causati della violenza dei cartelli narcotrafficanti. L'intervista

di Alice Pistolesi È una ricerca incessante e ostinata quella che compiono le Rastreadoras ...