Fermiamo la violenza in Kashmir: l’appello

Atlante delle guerre insieme a Cinema dei Diritti Umani di Napoli e al Festival dei Diritti Umani di Milano è tra i promotori di questo testo che punta ad accendere i riflettori sulla regione contesa  tra India e Pakistan
Accendiamo i riflettori sul Kashmir, per non dimenticare un conflitto che rischia una drammatica escalation.
Avvertiamo l’urgente necessità di fermare la spirale di violenze che si annuncia al confine tra India e Pakistan dopo l’attentato delle scorse settimane e sottoscriviamo l’appello del popolo del Kashmir indiano, consci che le responsabilità della crisi sono molteplici e la situazione meriterebbe un’analisi più completa. Riteniamo che le sofferenze subite dal popolo del Kashmir negli ultimi decenni meritino urgenti e responsabili interventi multilaterali e confidiamo nel senso di responsabilità del Segretario Generale delle Nazioni Unite.
Per firmare la lettera, vi invitiamo a inviare una email ai seguenti indirizzi, indicando nome, cognome, organizzazione e qualifica: kashmirscholars@yahoo.comkashmirscholars.wordpress.com

Il testo completo dell’appello:

Tags:

Ads

You May Also Like

Donne che fanno la differenza: riflessioni sull’identita’ femminile in Palestina. Incontro pubblico a Roma

L’identità femminile in Palestina, tra occupazione israeliana e tradizionalismo. Questo il tema dell’incontro pubblico ...

Ambiente: vittima e causa di conflitto

Il senso della Giornata internazionale per la prevenzione ambientale in guerra e durante violenze  armate

di Elia Gerola Il 6 novembre è stata celebrata la giornata internazionale per la ...

Morire raccontando la guerra

Giornalisti, vittime civili di guerra. Ai caduti è dedicato il rapporto dell’Osservatorio – Centro ...