Fermiamo la violenza in Kashmir: l’appello

Atlante delle guerre insieme a Cinema dei Diritti Umani di Napoli e al Festival dei Diritti Umani di Milano è tra i promotori di questo testo che punta ad accendere i riflettori sulla regione contesa  tra India e Pakistan
Accendiamo i riflettori sul Kashmir, per non dimenticare un conflitto che rischia una drammatica escalation.
Avvertiamo l’urgente necessità di fermare la spirale di violenze che si annuncia al confine tra India e Pakistan dopo l’attentato delle scorse settimane e sottoscriviamo l’appello del popolo del Kashmir indiano, consci che le responsabilità della crisi sono molteplici e la situazione meriterebbe un’analisi più completa. Riteniamo che le sofferenze subite dal popolo del Kashmir negli ultimi decenni meritino urgenti e responsabili interventi multilaterali e confidiamo nel senso di responsabilità del Segretario Generale delle Nazioni Unite.
Per firmare la lettera, vi invitiamo a inviare una email ai seguenti indirizzi, indicando nome, cognome, organizzazione e qualifica: kashmirscholars@yahoo.comkashmirscholars.wordpress.com

Il testo completo dell’appello:

Tags:

Ads

You May Also Like

Caso Diciotti: senza diritti chi è in fuga dalle armi

Il Movimento Non Violento interviene sulla nave della Guardia Costiera all'ancora nel porto di Catania: "Molti fra i sequestrati  potrebbero essere obiettori di coscienza cui la Ue e la Costituzione italiana riconoscono la possibilità di asilo"

  Poiché molti dei profughi sequestrati sulla nave Diciotti – all’ancora al porto di ...

Macelleria umana nella Repubblica Centrafricana

di Tommaso Andreatta Macelleria umana, violazione dei più elementari diritti, minorenni a cui viene ...

Lo spionaggio messicano

Giornalisti e attivisti sono stati spiati in Messico dal gennaio 2015 al luglio 2016. ...