Fermiamo la violenza in Kashmir: l’appello

Atlante delle guerre insieme a Cinema dei Diritti Umani di Napoli e al Festival dei Diritti Umani di Milano è tra i promotori di questo testo che punta ad accendere i riflettori sulla regione contesa  tra India e Pakistan
Accendiamo i riflettori sul Kashmir, per non dimenticare un conflitto che rischia una drammatica escalation.
Avvertiamo l’urgente necessità di fermare la spirale di violenze che si annuncia al confine tra India e Pakistan dopo l’attentato delle scorse settimane e sottoscriviamo l’appello del popolo del Kashmir indiano, consci che le responsabilità della crisi sono molteplici e la situazione meriterebbe un’analisi più completa. Riteniamo che le sofferenze subite dal popolo del Kashmir negli ultimi decenni meritino urgenti e responsabili interventi multilaterali e confidiamo nel senso di responsabilità del Segretario Generale delle Nazioni Unite.
Per firmare la lettera, vi invitiamo a inviare una email ai seguenti indirizzi, indicando nome, cognome, organizzazione e qualifica: kashmirscholars@yahoo.comkashmirscholars.wordpress.com

Il testo completo dell’appello:

Tags:

Ads

You May Also Like

Michigan: armati in Campidoglio

Assalto al parlamento dello Stato senza mascherina e con armi in pugno. Contro la governatrice democratica che si oppone al "liberi tutti" che piace ai repubblicani

Cosa sta accadendo negli Stati Uniti? E cosa soprattutto accade nello Stato del Michigan ...

Myanmar, schiaffo asiatico ai generali

L'Associazione regionale del Sudest prende posizione sul golpe: tornare allo status quo e liberare i detenuti politici. Salvando forma e sostanza

Quanto gli costa il tuo abitino

Una ricerca della Campagna Abiti Puliti  denuncia la situazione di sfruttamento de lavoratori in Turchia che producono per i grandi marchi della moda. Un podcast di Diritti e Rovesci

Il podcast di  questa settimana di “Diritti e Rovesci” (Osservatorio Diritti).  Una nuova ricerca ...