Il dramma Onu in Congo

Un “grande numero” di peacekeeper dell’Onu sono rimasti uccisi e feriti in un attacco nella Repubblica democratica del Congo. Lo ha reso noto il comando Onu. Il capo dei Caschi Blu Onu Jean-Pierre Lacroix ha reso noto su Twitter che l’attacco si è verificato ieri sera nella provincia del North Kivu, nell’est del paese.

Le evacuazioni sono in corso, ha spiegato Lacroix, che si è detto “indignato” dall’attacco ma non ha identificato gli autori. La missione Onu di peackeeping in Congo è la più grande del mondo, per tentare di porre un argine ai conflitti tra i numerosi gruppi armati che si contendono il territorio nel grande paese centroafricano, ricco di risorse minerarie.

“E’ una giornata tragica per la famiglia Onu”. Lo ha detto il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres. “Condanno questo attacco senza riserve e chiedo alle autorità del Congo di portare i colpevoli alla giustizia”. Il bilancio e’ di almeno 14 morti, tra cui 12 caschi blu della Tanzania, e oltre 40 feriti. “E’ il peggior attacco contro i caschi blu nella storia recente dell’Onu”, ha detto Guterres.

Fonte ANSA

 

Tags:

Ads

You May Also Like

Turchia: Condanna Ue ma senza embargo

L'Unione europea richiama Ankara per l'invasione in Siria ma non riesce a trovare una posizione comune sullo stop alla vendita di armi

“L’UE condanna l’azione militare della Turchia che compromette seriamente la stabilità e la sicurezza ...

Le armi chimiche non se ne sono mai andate

di Tommaso Andreatta Le armi chimiche sono tornate, anzi non se ne sono mai ...

Usa-Huawei. La guerra dei dati

Mentre Trump ammette che la signora Meng sarà usata come “gettone di scambio” nella trattativa con la Cina, nella sua offensiva di immagine la multinazionale lancia un’affermazione-bomba: "Non obbediremmo nemmeno al presidente Xi, se ci ordinasse di mettere i dati acquisiti a disposizione del governo cinese”

di Maurizio Sacchi Huawei ha lanciato una vera campagna mondiale d’immagine in risposta a ...