La terribile aritmetica della guerra

Mezzo milione di persone sono state uccise  dopo l'11 settembre in Iraq, Afghanistan e Pakistan. Lo dice l'ultimo aggiornamento del progetto Costs of War Project della Brown University

I numeri sono importanti. Nella loro freddezza raccontano la miseria nella guerra spesso più di mille reportage. Tra 480 e 507.000 persone sono state uccise dalle guerre scatenate dopo l’11 settembre in Iraq, Afghanistan e Pakistan. Lo dice l’aggiornamento di novembre Human Cost of the Post-9/11 Wars curato da Neta C. Crawford, docente del Department of Political Science della Boston University and Co-Director del  Costs of War Project della Brown University (Providence, Rhode Island, United States).

Il documento  della Brown University (che potete leggere qui) non tiene conto di conteggi e stime dei decessi della guerra in Siria (oltre 500mila) o di altre guerre (Yemen) o conflitti minori. E’ una documentazione raccolta guardando a quanto fatto dagli Stati uniti ma sono cifre che riguardano ognuno di noi soprattutto se facciamo parte – è il caso dell’Italia – di un Paese in guerra o che vi ha partecipato. Qui sotto, una tabella riassuntiva degli effetti sullo spostamento di popolazioni che riguarda anche la Siria. Circa 20 al 2017, una cifra però che non tiene conto dei “clandestini” e cioè di chi è emigrato ma non ha lo status di rifugiato.

Tags:

Ads

You May Also Like

Kim/Trump: nessun accordo ma il dialogo continua

Si chiude senza un nulla di fatto il summit di Hanoi. Salta la firma e il ricevimento celebrativo. Ma la partita non è chiusa

E’ presto per dire cose è davvero successo nel secondo e ultimo giorno di ...

Sri Lanka, si fa avanti l'”uomo forte”

Un appello di intellettuali asiatici che chiede che si eviti una deriva securitaria nel Paese  circola proprio mentre irrompe sulla scena politica chi potrebbe incarnarla

Un appello per evitare una deriva securitaria in Sri Lanka circola proprio mentre irrompe ...

Kashmir, il rischio di un’isteria nucleare

Per ora sulla questione himalayana lo scontro tra India e Pakistan  è solo a parole. Ma c'è chi  soffia sul fuoco sempre accesso di un nuovo possibile conflitto

di Emanuele Giordana Il 16 agosto scorso, durante una visita del ministro Rajnath Singh ...