Myanmar, il pianeta della diaspora contro la giunta

Appuntamento sabato e domenica per chiedere il riconoscimento del Governo ombra e onorare i martiri caduti per difendere la libertà. In Italia, manifestazione a Venezia

La diaspora birmana che fa parte della resistenza civile alla giunta militare birmana ha fissato un nuovo appuntamento in diversi luoghi del pianeta nel weekend del 17 e 18 luglio. La scelta della nuova manifestazione vuole onorare le tante generazioni di caduti nel Myanmar per una giusta causa, dalla lotta per l’indipendenza a quella attuale per la democrazia. Global Myanmar Spring Revolution in Italia si tiene a Venezia, in Piazza Giacomo dall’Orio sabato 17 luglio. I manifestanti si presenteranno in piazza con una maglietta bianca, simbolo di purezza, e una striscia di stoffa nera al braccio sinistro, segno di lutto per i martiri caduti. La manifestazione è stata promossa dal Governo di unità nazionale (Nug) clandestino che vuole ricordare il generale Aung San (padre della resistenza anti coloniale e di Aung San Suu Kyi) e i membri del suo gabinetto, assassinati dopo la vittoria del movimento per l’indipendenza del 1947. Ma è nel contempo un modo per ricordare anche i martiri di oggi, uccisi dalla repressione della giunta militare instauratasi il 1 febbraio scorso che ha già prodotto oltre 900 vittime e tiene ancora in carcere oltre 5mila detenuti politici.

(Red/Est)

Tags:

Ads

You May Also Like

Ttip, l’accordo che non piace

di Andrea Tomasi Ttip, una sigla quasi sconosciuta e un po’ fastidiosa. Se ne ...

Ong nel Mediterraneo, le ombre della procura

Non c’è reato di favoreggiamento all’immigrazione clandestina per gli scafisti. Fa discutere e getta ...

Opposizione albanese

Due manifestazioni, incidenti e l'assalto al palazzo del governo scuotono l'esecutivo del socialista Edi Rama. Gli  scenari dietro lo scontro

In Albania il governo vacilla. Sabato 16 febbraio la capitale Tirana è stata scossa dalle ...