L’Africa e le promesse della Rpc

L’ottava edizione del FOCAC, il forum triennale Cina-Africa nel segno della continuità

di Alessandra Colarizi

Ci sono gli investimenti a nove zeri e soprattutto la promessa di assistenza nella lotta contro il Covid. L’ottava edizione del FOCAC, il forum triennale Cina-Africa, si è aperta nel segno della continuità con il passato, ma con la chiara intenzione di raddrizzare alcune delle distorsioni emerse durante gli ultimi decenni di cooperazione, aggravate dal contesto pandemico. Ad aprire i lavori (lunedi scorso) è stato il presidente cinese Xi Jinping, che in videoconferenza ha annunciato la spedizione di un altro miliardo di vaccini – di cui 600 milioni a titolo gratuito e il resto prodotto localmente – per raggiungere l’obiettivo di immunizzazione del 60 % della popolazione africana entro il 2022. Un’iniziativa ampiamente attesa che va a integrare i 200 milioni di sieri precedentemente forniti (in minima parte gratis), contribuendo non solo a domare la nuova variante sudafricana in una delle aree del mondo con il più basso tasso di vaccinazione. Ma anche a diversificare la natura dell’attivismo cinese nella regione, per anni contraddistinto da una forte spinta verso gli investimenti nel settore estrattivo e dei trasporti.

Il binomio, che ha dominato i primi otto anni dal lancio della famigerata Nuova Via della Seta, non sparirà, ma subirà alcuni aggiustamenti strutturali. Secondo quanto anticipato da Xi, la Cina si impegna a fornire agli istituti finanziari africani una linea di credito da 10 miliardi di dollari per le piccole e medie imprese, stabilendo una piattaforma congiunta per promuovere gli investimenti privati e invitando le aziende cinesi a dirottare nel continente una cifra analoga o quantomeno non inferiore nei prossimi tre anni. Chiaro segno di come il settore statale, dopo le spese incontrollate, stia cercando una sponda per ridurre i rischi finanziari…. (continua)

Leggi tutto su ChinaFiles

In copertina un disegno tratto dal Golbltimes che illustra un articolo dal titolo significativo: Africans understand how China benefits them

Tags:

Ads

You May Also Like

Vicini da «trattare bene»

di Tommaso Andreatta Quali sono  oggi i rapporti tra Italia e Libia, il Paese ...

Myanmar a processo per genocidio

Al Tribunale dell'Aia, la Premio Nobel Aung San Suu Kyi, si è difesa dalle accuse che riguardano il popolo rohingya.

di Elia Gerola. E’ terminata ieri, giovedì 12 dicembre, la prima sessione del procedimento ...

Un altro passo falso in Somalia

di Tommaso Andreatta Dieci civili morti, tra cui tre bambini. È questo il bilancio ...