L’Atlante a Pergine Festival

Raffaele Crocco presenta il volume il 4 luglio alle 18.30
ATLANTE DELLE GUERRE E DEI CONFLITTI
Presentazione del volume

In collaborazione con Libreria Athena

Dialogano Raffele Crocco (giornalista RAI) e Alessandro Graziadei (caporedattore unimondo.org)

L’Atlante delle Guerre e dei Conflitti nel Mondo è nato nel 2009 da un progetto del giornalista Raffaele Crocco, per raccontare le ragioni e gli attori delle guerre in corso. Pensato come un vero e proprio atlante, con foto e illustrazioni, raccoglie schede compilate da giornalisti di varie testate sullo stato attuale dei conflitti mondiali. Nel volume sono incluse relazioni a cura di Amnesty International, Unesco e Unhcr. Tra le collaborazioni anche l’Università di Firenze, il Centro documentazione conflitti ambientali, Intersos, Arci e Università di Verona. Dall’Atlante sono nati due film, mostre e installazioni e una testata giornalistica online.

DATE
In caso di pioggia l’incontro si terrà presso Sala Maier
DURATA
60 minuti

LUOGO

Piazza Fruet
LINGUA
ITA
BIGLIETTI
Gratuito
APPROFONDIMENTI
Atlante delle Guerre | atlanteguerre.it

Tags:

Ads

You May Also Like

“Uno per tutti, tutti per uno”: la sicurezza ai tempi di Covid19

Il virus si sta configurando come una fonte di insicurezza non solo sanitaria, ma anche economico-politico-sociale. Dobbiamo agire come un vero e proprio organismo, con cooperazione e solidarietà a tutti i livelli, per sconfiggerlo

di Elia Gerola Sicurezza, ovvero “sine cura”, in altri termini essere privi di preoccupazione ...

Russia/Salvador, le due facce della criptomoneta

Il Bitcoin divide. Da una parte c'è chi vuole,  come la Banca Centrale di Mosca, bandirne la circolazione.  Dall’altra c'è chi, come il Presidente salvadoregno Bukele, l'ha  addirittura adottata come moneta in corso legale

di Marco Grisenti Una cosa è certa: il Bitcoin divide. Da una parte ci ...

Giochi a tutti i costi

La competizione olimpionica riuscirà  ad avere la meglio sul Covid19 nonostante migliaia di atleti provenienti da circa 200 nazioni e le nuove varianti già pronte a diffondersi a gran velocità in tutto il Giappone?

di Alessandro Graziadei Prima di questa pandemia di Covid-19, le Olimpiadi erano state cancellate ...