Le ragioni del pacifismo

Una disamina delle radici e della lunga storia attiva di chi cerca di costruire un nuovo modello di convivenza. Rifiutando la guerra

di Giorgio Beretta

Ad oltre cinquanta giorni dall’invasione militare russa in Ucraina non accennano a placarsi le accuse nei confronti dei pacifisti. Una lunga lunga serie di epiteti è stata impiegata per etichettarli. Da quelli più volgari (“putiniani”, “filo-russi”, “pacifisti in poltrona”), a quelli più raffinati (“equidistanti”, “non interventisti”, “pacifisti passivi”) fino a quelli apparentemente più cordiali e, proprio per questo, più insidiosi (“utopisti”, “anime belle”, “pacifisti integrali”). Nonostante siano costantemente chiamati in causa nel “dibattito pubblico”, raramente sono stati invitati a presentare le proprie posizioni tanto che sorge spontanea una domanda: cosa hanno davvero detto i pacifisti? Proverò a rispondere richiamando alcuni interventi delle principali associazioni nazionali e di alcuni esponenti del pacifismo, tra cui alcuni dei miei.

Leggi tutto su Unimondo

In copertina: Delegate alla Conferenza per la pace delle donne del 1915 all’Aia, a bordo della MS Noordam.

Tags:

Ads

You May Also Like

Bosnia, estradato in Italia Prijic. Uccise tre volontari italiani nel ’93

Il tribunale di Dortmund ha deciso nella serata di ieri di estradare in Italia ...

Palloni senza retorica

Europei di calcio. Se il fischio d’inizio di una partita della nazionale  fa diventare sordi, ciechi e irrazionali

di Raffaele Crocco Scrivere il giorno dopo la vittoria netta dell’Italia – 3 a ...

Migranti, sono cose turche

di Andrea Tomasi L’Ue stanzierà 56 milioni di euro di aiuti alla Grecia per ...