Persecuted, il XIII Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli

Gli eventi in programma della rassegna dedicata alle 'vite negate dagli abusi di potere'. Tre incontri con l'Atlante

L’edizione 2021 del Festival  del Cinema dei Diritti Umani di Napoli è dedicata alla Comunità della Val Susa (Piemonte, provincia di Torino) in lotta da oltre trent’anni contro il progetto di Treno ad Alta Velocità (TAV), una condizione emblematica dell’attuale modello di sviluppo che consuma suolo e risorse primarie, mettendo a repentaglio la salute di intere comunità, tentando di affermare il pensiero unico dominante attraverso l’esasperazione di strumenti legali e giuridici e l’imposizione di decisioni non negoziate con i rappresentanti delle comunità. Incontri e proiezioni con i NO TAV sono previste nei giorni giovedì 11 e venerdì 19. Tra i target del Festival di quest’anno ci sono i popoli Saharawi e Palestinese (venerdì 12), i Sami (mercoledì 17), i Siriani e gli Hazara afghani (giovedì 18), gli Afghani (venerdì 19) e gli Ezidi (sabato 13).

Un evento speciale esclusivamente dedicato alle scuole medie superiori di Napoli si terrà mercoledì 17 novembre, dalle 10 del mattino, presso l’Auditorium del Museo  Archeologico MANN, in occasione della presentazione della decima edizione dell’Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo.

L’Atlante sarà poi presente in altri due eventi.

Il 18 novembre alle 10 ‘Afghanistan – Hazara un popolo che resiste’ nello spazio comunale di piazza Forcella in via della Vicaria Vecchia, 23 – Napoli. Emanuele Giordana (Giornalista, Atlante delle guerre dei conflitti del mondo) discute con Amin Wahidi (Regista), Hussain Rezai (Bibliotecario) e Claudio Concas (Studioso degli Hazara).

Venerdì 19 novembre alle 18 nello spazio comunale di piazza Forcella in via della Vicaria Vecchia, 23 – Napoli si terrà invece l’incontro dal titolo ‘Afghanistan, il racconto di una fuga’ con Raffaele Crocco (Direttore Atlante dei Conflitti e delle Guerre) e Giovanni Visone (Intersos) intervistano Hassan Fazili (Regista) con la partecipazione di Bagher Rahati Nover (Regista) – Proiezione“MIDNIGHT TRAVELER” di Hassan Fazili (Afghanistan, 2019, 88 min) Presentazione progetto INTERSOS per i giovani afghani

Il programma prevede come ogni anno due sezioni principali:

  • Gli Eventi Internazionali, distribuiti in 8 giornate di Festival, ampiamente descritti nel documento allegato, articolati in proiezioni e dibattiti con esperti e testimoni, quasi tutti svolti in presenza;
  • Il Concorso Cinematografico, completamente sviluppato online e affidato alla piattaforma www.cinenapolidiritti.online, con visualizzazioni gratuite delle opere selezionate e in gara per l’assegnazione dei premi e delle menzioni.

Qui il programma completo del festival 

Tags:

Ads

You May Also Like

Usa, sganciare bombe dal tetto del mondo

di Ilario Pedrini «Putin è meglio di Obama». Donald Trump lo ha detto nel ...

Il contagio della svolta autoritaria

Il  pretesto della pandemia mette in pericolo la democrazia in molti Paesi.  E in Europa il modello è guidato dall'Ungheria di Viktor Orban che agisce quasi indisturbato

di Maurizio Sacchi e Salvo Secondini Adottando misure dichiarate “di emergenza”  per affrontare il ...

Planet of the Humans: una pericolosa bufala

Il documentario di Jeff Gibbs prodotto da Michael Moore è diventato il cavallo di battaglia delle destre negazionste sul tema della crisi ambientale

di Maurizio Sacchi Planet of the Humans é il titolo di un documentario prodotto ...