Proteste/Iran: la risposta del regime

Il governo agita lo spettro dell'ingerenza esterna in una manifestazione pubblica a sostegno della Repubblica islamica

I manifestanti, sventolano bandiere nazionali e gli striscioni mostrano le frasi  “Morte all’America” e “Morte a Israele” accompagnati da slogan a favore della Repubblica islamica. Alcuni tra i manifestanti  hanno dato fuoco alle bandiere americane. Sono le immagini che raccontano  la risposta del regime che ieri ha voluto denunciare, con una manifestazione a sostegno del governo,  le violente proteste della scorsa settimana in Iran per l’aumento dei prezzi del carburante.

Rivolgendosi a migliaia di manifestanti nella capitale lunedì, il generale Hossein Salami ha accusato gli Stati Uniti, il Regno Unito, Israele e l’Arabia Saudita di aver alimentato i disordini, in cui diversi manifestanti sono stati uccisi dalle forze di sicurezza iraniane. L’Iran distruggerà gli Stati Uniti e i suoi alleati se attraverseranno la “linea rossa” segnata da Teheran, ha detto il capo del corpo d’élite dei Guardiani della Rivoluzione. Discorso infuocato che sembrava avere l’obiettivo di stornare l’attenzione sulla crisi interna accusando  responsabilità esterne.

Fotonotizie è una sezione di atlanteguerre che dà conto di emergenze in sviluppo

In copertina un fotogramma della manifestazione tratto dalla tv iraniana StarTv

(Red/Est)

Tags:

Ads

You May Also Like

Viaggio in Asia: frontiere di tenebra

Un podcast da ascoltare in quattro puntate per raccontare la vita lungo i confini del Sudest asiatico. Prodotto da Next New Media

 I confini possono essere barriere o luoghi di passaggio naturale o forzato, legale o ...

Pakistan e India: cosa cambia dopo la vittoria talebana

Armi e nuovi scenari nel Kashmir: la posizione dei due Paesi

Alti ufficiali dell’esercito indiano hanno espresso preoccupazione sul fatto che le armi americane sequestrate ...

I dolori del vertice Asean a Giacarta

Mar cinese meridionale, dossier Myanmar, rapporti Cina-Usa. Nel primo dei due importanti summit asiatici di questa settimana si affacciano grossi problemi. Per ora senza soluzione

Emanuele Giordana Ha reagito male la giunta birmana alle prese di posizione in seno ...