Rdc: “liberatori” col machete

Stragi all'arma bianca nella Repubblica democratica del Congo

I combattenti del gruppo delle Alleanza delle forze democratiche per la liberazione del Congo  (ADF), un gruppo islamista  cacciato dall’Uganda alla fine degli anni Novanta che Kampala ha messo nella lista delle organizzazioni terroristiche, hanno attaccato il villaggio di Samboko, a circa 100 km a sud-ovest della città di Bunia, nella Repubblica Democratica del Congo. Lo ha reso noto ieri  Omar Kavota di Cepadho,  coordinatore del centro studi per la promozione della pace, della democrazia e dei diritti umani e ripreso da numerose agenzie di stampa. La strage è avvenuta il  giorno dopo che i miliziani hanno  ucciso almeno 17 persone nel vicino villaggio di Makutano. Poi i guerriglieri hanno fatto strage di almeno altre 40 persone a Samboko uccidendole a colpi di machete e saccheggiando cibo e oggetti di valore.

Più di 400 persone sono state uccise negli attacchi attribuiti all’ADF da quando l’esercito ha iniziato un’offensiva per estromettere il gruppo dalle sue basi l’anno scorso, secondo quanto riporta il Kivu Security Tracker (KST), un’iniziativa di ricerca che traccia incidenti e violenze nella regione. Dopo due mesi di relativa quiete, l’area ha visto un aumento degli attacchi mortali nelle ultime tre settimane.

In copertina una delle mappe di KST

(Red/Est)

Tags:

Ads

You May Also Like

L’attesa di Mindanao

Dopo la forte affluenza nella regione musulmana delle Filippine per il referendum sull'autonomia della Bangsamoro crescono le aspettative. Domani i risultati

Circa tre milioni di aventi diritto nella regione di Mindanao nelle Filippine hanno votato ...

Via dalla pazza guerra

Trump decide di uscire dal conflitto siriano. E negozia coi talebani afgani. Sacrificando  gli alleati

Il presidente americano Donald Trump ha annunciato il ritiro di tutti i duemila soldati  ...

Buio elettorale in Nigeria

Rimandata di una settimana l'apertura delle urne per scegliere il presidente: "problemi logistici". Ma c'è chi teme che violenze e scuse possano avallare futuri brogli sul voto

Dopo le violenze alla vigilia del voto per le presidenziali, con  almeno 66 vittime, tra ...