Addio a Pino Scaccia

Il Covid19 si è portato via il il cronista che per anni ha raccontato guerre, malavita, ingiustizie anche per il nostro Atlante. Il ricordo di Raffaele Crocco

Se l’è portato via il Covid19 qualche ora fa e il primo pensiero è che è una cosa ingiusta. Pino Scaccia è morto e questo vuol dire un altro vuoto che si crea nel mondo dell’informazione in Italia. E’ morto alle 13.00 di oggi, 28 ottobre 2020, in ospedale. Il virus lo ha ucciso. E’ stato inviato per la Rai, in radio e sullo schermo. Ha raccontato guerre, malavita, ingiustizie. Era bravo, preciso, appassionato. Negli anni scorsi ha collaborato anche con noi dell’Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo. Ci aveva regalato la sua competenza, la passione, la voglia di esserci in un progetto pazzo come questo. Ora, è altrove o in nessun luogo, ognuno la pensi come vuole, ognuno lo immagini dove crede. L’unica cosa certa, che accomuna tutti noi che lo abbiamo conosciuto, è che ci mancherà.

Raffaele Crocco
Direttore dell’Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo

Tags:

Ads

You May Also Like

Senegal ad alto rischio

di Andrea Tomasi Troppo moderato per piacere, troppo tollerante per essere tollerato, troppo benestante ...

Droni killer in Somalia: ancora vittime civili

Il virus non ferma gli aerei  senza pilota:  killer americani telecomandati che continuano a uccidere civili in Somalia. La denuncia di Amnesty International

di Lucia Frigo La pandemia di coronavirus che tiene impegnato il Mondo non impedisce agli Stati ...

Primavera uzbeca

L'Uzbekistan e le scelte del  suo nuovo presidente dal punto di vista delle relazioni internazionali sia con gli attori esterni –  Mosca,  Pechino, Washington – sia sul piano regionale. In un clima di crescente fiducia tra le cinque repubbliche centroasiatiche. Analisi di una svolta

Dopo la lunga dominazione sovietica e il duro regime imposto da Islom Karimov con  ...