Al-Shabab attacca la missione dell’Unione Africana

La guerriglia somala colpisce il contingente operativo dell'UA che dall'aprile scorso ha sostituito Amisom in Somalia

I combattenti di Al-Shabab hanno attaccato ieri mattina una base militare che ospita le forze ugandesi della missione di mantenimento della pace dell’Unione africana in Somalia (Atmis) riferiscono fonti del  contingente citate da Al Jazeera. Al momento i dettagli dell’attacco e il numero delle vittime non è noto benché Al-Shabab abbia reso noto  con una  dichiarazione di aver effettuato attentati suicidi e di aver ucciso 137 soldati. I ribelli hanno attaccato ieri  la base della  Missione  dell’Unione africana in Somalia  a Bulamarer, 130 km  a sudovest della capitale, Mogadiscio. La battaglia sarebbe durata ore.

Atmis (nell’immagine di copertina le truppe stanziate in Somalia) è una forza di 22.000 soldati che assiste il Governo federale della Somalia nella guerra contro il gruppo armato legato ad al-Qaeda. Esiste dall’anno scorso, quando ha sostituito la precedente Missione dell’UA in Somalia (Amisom). Attiva dall’aprile 2022, la Missione di Transizione dell’Unione Africana in Somalia  è una missione multidimensionale (militare, di polizia e civile), autorizzata dall’Unione Africana e su mandato del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Formata dopo un processo consultivo tra il Governo federale della Somalia (FGS), l’Unione africana (UA), le Nazioni Unite (ONU), l’Unione europea (UE) e altri partner internazionali, ha il mandato di attuare pienamente il Somali Transition Plan (STP), un piano strategico che dettaglia il passaggio delle responsabilità in materia di sicurezza dall’Unione africana al Governo federale della Somalia.

(Red/Est)

Tags:

Ads

You May Also Like

In morte di un dittatore africano

L'ex presidente dello Zimbabwe Robert Mugabe aveva 95 anni ed era malato da tempo

Robert Mugabe, ex presidente dello Zimbabwe, è morto oggi all’età di 95 anni in ...

Basta vudù, l’editto che sa di libertà

Dopo l'editto di revoca di tutti i riti vudù nell'Edo State cosa cambia per le ragazze vittima di tratta? L'intervista a Maria Nella Lippi di Oxfam

di Alice Pistolesi Potrebbe essere una decisione storica dal sapore di libertà per molte ...

Rientro forzato all’inferno

La meta è l’Europa, la fine del viaggio è ancora casa, o quello che ...