Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo, X edizione

Esce il nuovo volume cartaceo. Da domani nelle librerie italiane

L’Associazione Culturale 46° Parallelo e la redazione di Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo presentano l’Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo, X edizione, nelle librerie d’Italia da inizio novembre. E’ l’unico volume italiano, aggiornato al 2021, che illustra lo stato di salute del Pianeta: un Atlante per capire le dinamiche e i perché dei conflitti attualmente in corso nel Mondo. In questo volume di 256 pagine i principali esperti, giornalisti e Ong rispondono alle domande di tutti noi: cosa causa una guerra? Quando uno Stato è veramente in Pace, e quando invece è semplicemente in nonguerra? Qual è il punto di vista delle vittime in situazioni di conflitto, e cosa sta facendo la società civile per tentare di portare la pace?

Giunto alla sua X edizione grazie anche ad una raccolta fondi di straordinario successo, l’Atlante delle Guerre soddisfa da oltre dieci anni la curiosità di lettrici e lettori. Grazie ai suoi approfondimenti aggiornatissimi, ai fotoreportage di fotografi di fama mondiale, alle mappe illustrative e alle famose “schede conflitto”, l’Atlante delle Guerre è scelto da appassionati, scuole, associazioni e sindacati come “Atlante per capire il presente”, e come manuale sulla cultura del pacifismo in Italia e nel mondo. Il messaggio, fondamentale da capire e da far capire, è che costruire la pace non significa essere “buoni”. Significa diventare intelligenti. Con le nostre risorse, con il pianeta, con le vite e i diritti di tutti.

Schede conflitto e tentativi di pace

Non possono mancare nella X edizione le famose “schede conflitto”, organizzate per continente, nelle quali si spiega perché si combatte, gli attori principali, la storia e gli aggiornamenti dell’ultimo anno. Ad ognuna delle 31 guerre in corso è dedicato rigorosamente lo stesso numero di pagine: lo stesso vale per ogni “situazione di crisi” e ogni missione di pace. Ad ogni conflitto si lega poi un ‘tentativo di pace’, una esperienza positiva legata alla situazione in corso: il racconto è realizzato dagli studenti del corso in Sviluppo economico, cooperazione internazionale, socio-sanitaria e gestione dei conflitti e del corso di laurea in Scienze Politiche di Firenze coordinati dal professor Giovanni Scotto.

Reportage fotografici e racconti visivi

Oltre alle schede, l’Atlante si compone dei contributi e delle analisi di giornalisti e attivisti di Arci, Unhcr e di fotoreportage di fotografi che collaborano con il progetto: tra questi, il racconto di Fabio Bucciarelli (pluripremiato a livello internazionale per il fotogiornalismo da zone di conflitto) dall’epicentro della pandemia nel 2020, che accompagna lo “speciale coronavirus”, l’analisi degli effetti del Covid19 sulla geopolitica globale.

La sezione conflitti ambientali e cambiamento climatico

In ogni continente, una sezione è dedicata all’analisi dei rischi ambientali e climatici svolta dal Centro di documentazione conflitti ambientali (Cdca), che sottolinea gli effetti lontani e vicini della crisi ambientale: dalla scarsità idrica del Vicino Oriente, alle foreste in fiamme in Sud America, fino all’inquinamento dell’aria e degli oceani in Asia e Pacifico.

Le infografiche

A tutto questo si uniscono poi le dieci infografiche che mettono su mappa altrettanti complessi fenomeni mondiali: tramite la visualizzazione di dati e proporzioni, si intende raccontare come sta andando il mondo, facendo emergere le cause che portano alle guerre. Questo strumento immediato unisce la geografia del mondo alla matematica dei dati, e consente di affrontare le ragioni di quello che avviene sul Pianeta: da comunicazione veloce e d’impatto le infografiche diventano strumenti didattici per la riflessione con studenti di ogni età.

Il Progetto

L’Associazione Culturale e Geografica 46° Parallelo è nata a Trento nel 2008. Da allora ha pubblicato dieci edizioni dell’annuario “Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo”, definito nel 2013 dall’Associazione Librai Italiani “uno dei cento volumi imperdibili”, diventato punto di riferimento nazionale per chi si occupa di problemi internazionali. L’Atlante è uno strumento pensato per informare sulle guerre in corso sul pianeta, sulle motivazioni che e scatenano e le alimentano, ma anche sulle drammatiche condizioni di vita delle popolazioni civili, sui danni ai beni culturali e ambientali e sulle storie straordinarie di donne e uomini che hanno fatto della speranza e del coraggio le uniche armi contro la guerra.

La presentazione

Il volume è stato presentato il 4 novembre scorso da Raffaele Crocco, ideatore del progetto e direttore responsabile. Con lui: Michele Corcio, videpresidente di Anvcg, Sara Gorelli dell’Osservatorio Anvcg, Giovanni Visone di Intersos, Antonella Dentamaro presidente della Fondazione Peretti ed Emanuele Giordana, direttore editoriale di atlanteguerre.it

Tags:

Ads

You May Also Like

Lago Ciad, una crisi senza fine

La riserva d'acqua nel Sahel (e chi la abita) è sempre più vittima del cambiamento climatico, della desertificazione e della guerra

La prudenza necessaria sulla tregua afgana

Se tutto andrà per il meglio a fine mese sarà firmato l'accordo di pace tra Americani e Talebani. Ma le preoccupazioni  restano su un negoziato nato sotto una cattiva stella

Emanuele Giordana La tregua iniziata in Afghanistan alla mezzanotte di venerdi e che dovrebbe ...

Appelli dal mondo per il Kurdistan Turco

Le associazioni e i coordinamenti per il Kurdistan sono in mobilitazione. Nella giornata di ...