Democrazia, diritti umani e del lavoro in Myanmar

Oggi un convegno a Roma sulla situazione birmana. Cosa abbiamo da dire come Atlante delle guerre

BIRMANIA: DEMOCRAZIA, DIRITTI UMANI E DEL LAVORO CONTRO LA DITTATURA MILITARE

PROGRAMMA
Roma, 7 dicembre 2021
Sala Protomoteca, Campidoglio
ORE 17.00

Per collegarsi da remoto clicca qui 

Introduzione
Cecilia Brighi Segr. Generale
ITALIA-BIRMANIA.INSIEME

INTERVENGONO:
Khaing Zar Aung, Presidente Federazione Lavoratori Industria Birmania IWFM,
Maurizio Landini, per CGIL CISL UIL
Andrea Cozzolino, Parlamento Europeo Commissione Diritti Umani,
Gianni Rosas, Direttore ILO Italia,
Tina Marinari, Amnesty International Italia,
Piero Fassino, Presidente Commissione Esteri della Camera (coll. web)
Pier Ferdinando Casini, Senatore, Presidente Interparlamentare Italiana
Aung Myo Min, Ministro Diritti Umani, Governo di Unità Nazionale Myanmar (coll. web)
Maurizio Simoncelli, Rete Italiana Pace e Disarmo
Emanuele Giordana, Atlante delle Guerre e dei conflitti del Mondo
Yimon Win Pe, Rappr. Comunità Birmana in Italia

ore 19.00 Conclusioni Vincenzo Scotti, Presidente ITALIA-BIRMANIA.INSIEME

L’intervento del nostro Emanuele Giordana verterà sulle connivenze e reticenze del Made in Italy in Myanmar:

Illeciti: Pallottole italianein Myanmar ma anche  anche in Thailandia (da Forli RC eximport e Cheddite)

Finanza: Intesa-San Paolo ha investimenti per «soli» 488 milioni (dati giugno 2020). La banca ha finanziato o acquisito azioni in praticamente tutte le aziende (una quindicina) che le organizzazioni di tutela dei diritti umani denunciano come«collaborazioniste» per i legami con aziende di Stato o collegamenti con i conglomerati Mehl e Mec,

Legname: aziende italiane sono accusate di fare affari con il Myanmar dice rapporto dell’Environmental Investigation Agency (Eia): una dozzina di aziende italiane che bypassano controlli sul teak o sul mogano

Reticenze: software venduti al Myanmar, corsi a militai birmani… aziende e istituti che preferiscono il no comment o negano l’evidenza dei fatti

 

Tags:

Ads

You May Also Like

La voce dei Non Allineati

Al vertice a distanza organizzato dall'Azerbaigian i Paesi hanno discusso della pandemia ma è stato l'occasione per lanciare alcuni affondi

I Paesi non allineati si sono incontrati a distanza in un summit dal titolo-slogan ...

Dietro le dimissioni del governo di Bamako

Lasciano sia il primo ministro sia l'esecutivo  mentre le violenze tra pastori e agricoltori non si fermano. Le principali cause della crisi  in Mali

Si aggrava sempre più la situazione del Mali. A circa un mese dall’uccisione di 160 persone ...

Cosa cambia in Germania

Al via il dopo Merkel

L’ultimo mese e mezzo in Germania è stato probabilmente il più interessante degli ultimi ...