Israele e Palestina. Morte genera Morte

di Raffaele Crocco

E’ stupida vendetta. E’ l’incapacità di tener separate le cose, i fatti, dividendo il dolore individuale dalla rabbia collettiva. E’ il fattore Umano. Oppure è’ solo la diabolica capacità di sfruttare tutto questo, per farlo diventare strumento, per usarlo e raggiungere scopi, obiettivi.
La guerra che sta nuovamente colpendo Palestina e Israele e’ tutto questo. Uso il termine colpire, perché’ questo fa la guerra: colpisce come una malattia infettiva, come un cancro, un infarto.
Tre ragazzi rapiti e massacrati da una parte, un altro preso e bruciato dall’altra, le cause di questa ennesima carneficina annunciata. Nessuno ha pensato di agire semplicemente secondo legge e giustizia, punendo i colpevoli in quanto uomini, macellai, assassini. Qualcuno, sempre i soliti, coloro che predicano “giustizia” per il loro popolo incitandolo ad uccidere e a farsi uccidere, ha spiegato che no, che il sangue andava lavato con Il sangue, come sempre, come da sempre, come dicono le scritture – raccontano – che sono sacre e quindi sono verità.
Alla fine eccoci ancora qui, dopo 66 anni, a contare i morti attuali, immaginando quelli futuri. Perché ancora una volta i morti di oggi chiederanno vendetta, genereranno morte domani. Morte che genera morte, che genera morte. Una catena infinita. Che nessuno di noi spezza.

Tags:

Ads

You May Also Like

Il Paese dove è vietato crescere

Il dramma della guerra in Yemen: Save the Children chiede un’inchiesta indipendente immediata sui recenti attacchi ai civili

  I genitori  hanno seppellito oggi in Yemen propri cari  dopo che un raid ...

Ricordo di un massacro

Ventitre anni fa a Srebrenica vennero uccisi oltre 8mila maschi musulmani. Il punto più oscuro di un conflitto. Da non dimenticare

di Elia Gerola Migliaia di persone si sono recate ieri al cimitero di Potocari, ...

25 aprile: ricordare per dire basta a tutte le guerre

di Raffaele Crocco Sfoglio con attenzione un quotidiano locale sino a pagina 29. E’ ...