Kosovo, Osmani confermata Presidente

La giovane parlamentare che aveva l'interim riconfermata a capo dello Stato

Vjosa Osmani – Sadriu è la nuovo Presidente del Kosovo. Già capo dello Stato ad interim del Kosovo, a seguito delle dimissioni di Hashim Thaçi per affrontare all’Aja  il processo a suo carico per crimini di guerra al Tribunale speciale per il Kosovo. L’elezione è avvenuta domenica in Parlamento a Pristina e consegna a Osmani  un mandato di cinque anni: è il settimo Presidente della giovane nazione balcanica.  Il parlamento, composto da  120 seggi,  si è riunito in una sessione straordinaria per due giorni consegnando infine  con 71 voti a Vjosa Osmani la presidenza. Ex portavoce parlamentare, è stata eletta al terzo turno di votazioni.  Due partiti di opposizione e il partito di minoranza etnica serba hanno boicottato il voto.

(Red/Est)

In copertina la nuova Presidente

Fotonotizie è una sezione di atlanteguerre che dà conto di emergenze in sviluppo

Entra nella community

Iscriviti alla nostra newsletter

Entra nella community

Lasciaci qualche informazione su di te, così saremo in grado di contattarti quando lanceremo la campagna di crowdfunding e potrai ricevere la nostra newsletter con gli ultimi aggiornamenti dal mondo.

IN ESCLUSIVA PER TE L’ABSTRACT SULL’INSERTO “SPECIALE CORONAVIRUS”

Tags:

Ads

You May Also Like

Una catena di pace alla Perugia-Assisi

La Marcia in Umbria ai tempi del Covid. Domenica 11 ottobre

Domenica 11 ottobre Catena Umana #PerugiAssisi per la pace e la fraternità: “Distanziati ma ...

L’unica Pace è disarmata

"Almeno fino al 31 dicembre, aggirando le leggi che dicono come il nostro Paesi non possa cedere armi a chi è in guerra, daremo a Kiev sistemi anticarro e antiaereo, mitragliatrici leggere e pesanti e mortai"

di Raffaele Crocco Rispetto e capisco il popolo ucraino. Rispetto e ammiro la loro ...

Sostenere Julian Assange

Rischia 175 anni  di carcere. Un precedente pericoloso per reporter e media denunciano le Federazioni europea e  internazionale dei giornalisti

Dura reazione da parte della Federazione europea dei giornalisti (Efj) e della Federazione internazionale ...