La piazza ferma la nomina di Sarkisian

Il premier armeno, appena eletto, si dimette dopo una settimana di forti contestazioni popolari

Si è dimesso il primo ministro dell’Armenia, Serzh Sarkisian, già presidente del Paese, dopo soli sei giorni di mandato parlamentare. La decisione, alla vigilia della giornata nazionale del 24 aprile in cui viene commemorato il genocidio armeno, è il frutto di una settimana di proteste che ha visto scendere in piazza decine di migliaia di suoi oppositori contrari alla sua nomina a premier. Nei prossimi giorni pubblicheremo un reportage a puntate dall’Armenia che disegna la realtà di un Paese complesso sia sul piano interno, sia su quello dei suoi rapporti internazionali.

Nell’immagine di copertina una caricatura di Sarkisian tratta da un video di propaganda azero. I rapporti tra Armenia e Azerbaijan sono tesi da anni per la questione del Nagorno Karabakh, enclave armena in territorio azero

Tags:

Ads

You May Also Like

Manifestazioni, vittime e coprifuoco in Irak

Una protesta nazionale contro il governo attraversa da due giorni il Paese

Sono almeno tre i manifestanti uccisi – e con loro un poliziotto –  nella ...

Australia Day: una storia raccontata dai bianchi

La festa nazionale australiana è da anni al centro di polemiche e profonde riflessioni sul senso di appartenenza a una nazione che nasconde il suo passato di occupazione e segregazione

Di Lucia Frigo La festa nazionale australiana cade al culmine dell’estate: il 26 Gennaio ...

La legge che accoglie i bimbi migranti

I bambini migranti soli non potranno essere ‘rimandati indietro’. La proposta di legge è ...