La piazza ferma la nomina di Sarkisian

Il premier armeno, appena eletto, si dimette dopo una settimana di forti contestazioni popolari

Si è dimesso il primo ministro dell’Armenia, Serzh Sarkisian, già presidente del Paese, dopo soli sei giorni di mandato parlamentare. La decisione, alla vigilia della giornata nazionale del 24 aprile in cui viene commemorato il genocidio armeno, è il frutto di una settimana di proteste che ha visto scendere in piazza decine di migliaia di suoi oppositori contrari alla sua nomina a premier. Nei prossimi giorni pubblicheremo un reportage a puntate dall’Armenia che disegna la realtà di un Paese complesso sia sul piano interno, sia su quello dei suoi rapporti internazionali.

Nell’immagine di copertina una caricatura di Sarkisian tratta da un video di propaganda azero. I rapporti tra Armenia e Azerbaijan sono tesi da anni per la questione del Nagorno Karabakh, enclave armena in territorio azero

Tags:

Ads

You May Also Like

Brasile, la piazza dei Fora Temer

Sindacati, partiti, movimenti e mondo cattolico schierati in Brasile per le dimissioni del presidente ...

La vittoria dei fratelli Rajapaksa

Le elezioni presidenziali a Sri Lanka hanno premiato Gotabaya.  Ma nel governo è scontato un posto anche per suo fratello Mahinda. Una famiglia che piace alla Cina

di Emanuele Giordana Le elezioni presidenziali a Sri Lanka, dove si è votato sabato, ...

Elezioni, fattore Kappa

di Andrea Tomasi Kappa, come Kenya, come Kenyatta: il nome di una famiglia che ...