Cessate il fuoco! Negoziato subito

La dichiarazione finale del Vertice di Vienna per la Pace  che verrà inviata ai leader politici di tutto il Mondo

Dopo due intensi giorni di lavoro e confronto è stata diffusa dai Promotori del Vertice di Vienna per la Pace la Dichiarazione finale della società civile internazionale, che verrà inviata ai leader politici di tutto il Mondo invitandoli ad agire in sostegno di un cessate il fuoco e di negoziati in Ucraina prima del vertice di Vilnius. La riportiamo qui

Pace con mezzi pacifici. Cessate il fuoco e negoziati ora!

Noi, organizzatori del Vertice internazionale per la Pace in Ucraina, chiediamo ai leader di tutti i Paesi di agire a sostegno di un immediato cessate il fuoco e di negoziati per porre fine alla guerra in Ucraina.

Siamo una coalizione ampia e politicamente diversificata che rappresenta i movimenti per la Pace la società civile, compresi i credenti, in molti Paesi. Siamo fermamente uniti nella convinzione che la guerra sia un crimine contro l’umanità e che non esista una soluzione militare alla crisi attuale.

Siamo profondamente allarmati e rattristati dalla guerra. Centinaia di migliaia di persone sono state uccise e ferite, e milioni di persone sono sfollate e traumatizzate. Città e villaggi in tutta l’Ucraina, così come l’ambiente naturale, sono stati distrutti.

Morti e sofferenze ben più gravi potrebbero ancora verificarsi se il conflitto dovesse degenerare fino all’uso di armi nucleari, un rischio che oggi è più alto di qualsiasi altro momento dalla crisi dei missili di Cuba.

Condanniamo l’invasione illegale dell’Ucraina da parte della Russia. Le istituzioni create per garantire la Pace e la sicurezza in Europa hanno fallito e il fallimento della diplomazia ha portato alla guerra. Ora la diplomazia è urgentemente necessaria per porre fine al conflitto armato prima che distrugga l’Ucraina e metta in pericolo l’umanità.

Il cammino verso la Pace deve basarsi sui principi della sicurezza comune, del rispetto internazionale dei diritti umani e dell’autodeterminazione di tutte le comunità.

Sosteniamo tutti i negoziati che possano rafforzare la logica della Pace invece dell’illogica della guerra.

Affermiamo il nostro sostegno alla società civile ucraina che difende i propri diritti. Ci impegniamo a rafforzare il dialogo con coloro che in Russia e Bielorussia mettono a rischio la propria vita per opporsi alla guerra e proteggere la democrazia.

Invitiamo la società civile di tutti i Paesi a unirsi a noi in una settimana di mobilitazione globale (da sabato 30 settembre a domenica 8 ottobre 2023) per un cessate il fuoco immediato e per negoziati di Pace che pongano fine a questa guerra.

Vienna, 11 giugno 2023

In copertina la plenaria di Vienna il 10 11 giugno

Tags:

Ads

You May Also Like

Mozambico in ginocchio

Allarme di Unhcr. Mentre  un video del New York Times scatena la polemica sull'inefficienza dell'apparato militare del Governo

Cina-India. Nuove tensioni al confine

Un altro incidente dopo quello di due anni fa lungo la frontiera tra i due colossi asiatici

Si torna a combattere al confine sino-indiano nell’Arunachal Pradesh. La notizia, che fa riferimento ...

Ucraina, cifre spaventose sulle vittime. Il Punto

Per gli USA 354.000 soldati morti, pari agli abitanti della città di Firenze. Mentre la battaglia per Bakhmut continua, soluzioni diplomatiche lontane

di Raffaele Crocco È il giorno 415 dall’invasione russa e le cifre appaiono sempre ...