Libia, ci si riprova da Palermo

Al via il summit voluto dall'Italia sul Paese nordafricano. Che inizia con acque agitate

Comincia con più di una grossa difficoltà il summit sul futuro della Libia organizzato per oggi e domani a Palermo dall’Italia.  A 24 ore dall’inizio dei lavori, ambienti dell’autoproclamato Esercito nazionale libico avevano infatti reso noto che il loro capo – il potente generale Khalifa Haftar (nella foto a dx), un protagonista ineludibile – avrebbe disertato il summit perché non vorrebbe sedere al tavolo con i rappresentanti del Qatar e di una fazione, il Libyan Fighting Group, secondo Haftar “legata ad al Qaida”. Ma non è l’unico problema per Roma che, col summit, vorrebbe riprendere la leadership nel difficile negoziato di pace.

 

Nel video, il servizio di domenica di Euronews

Sulla Conferenza di Palermo puoi leggere anche questo articolo sulle incertezze della vigilia

Tags:

Ads

You May Also Like

Etiopia/Eritrea: prove di Pace in corso

Cosa è stato fatto e cosa resta da fare a nove mesi dalla firma dell'accordo che ha sancito, dopo vent’anni, la fine ufficiale delle ostilità

L’accordo di Pace raggiunto nel luglio 2018 tra Etiopia ed Eritrea ha rappresentato una delle più belle notizie dello ...

La Somalia di «formaggio»

di Ilario Pedrini È successo sabato per le vie di Mogadiscio. Posto e tempistica ...

Uganda: una speciale solidarietà africana

Sono oltre un milione e 200mila i profughi dai Paesi vicini che hanno chiesto - e trovato - ospitalità da parte di Kampala. Un caso che fa riflettere

A fine maggio 2019 nei campi profughi dell’Uganda si contavano 1,276,208 persone. Avete letto ...