Manchester: parla il Consiglio musulmano britannico

Si dicono uomini di Dio ma colpiscono solo innocenti.

Isis ha rivendicato l’ attacco terroristico al termine del concerto per giovani e giovanissime all’Arena di Manchester, tramite l’agenzia Amaq e con una notizia riportata da Site, il sito Usa di monitoraggio dell’estremismo sul web.

Nella giornata di ieri sono arrivate le reazioni della comunità islamica britannica.

“I miei pensieri e le mie preghiere sono con le vittime e le loro famiglie”, ha scritto Harun Khan, segretario generale del Consiglio musulmano britannico. “È un atto orribile, criminale: che i responsabili affrontino il peso della giustizia sia in questa vita che nella futura”. E ha aggiunto: “Invito tutti quelli che vivono in questa regione e in tutto il paese a stringersi insieme per sostenere coloro che sono stati colpiti”.

L’attentato si inserisce in un contesto di forte debolezza dell’Isis che sta in battaglia perdendo vite e terreno.

Secondo Bernard Guetta, in una sua opinione apparsa su Internazionale “L’attentato di Manchester non sarà l’ultimo. Ce ne saranno altri, altrettanto atroci, magari ancora più atroci, perché non c’è niente di più pericoloso e feroce di una bestia accerchiata”.

Tags:

Ads

You May Also Like

Liberi i due giornalisti birmani della Reuters

Erano stati condannati in Myanmar a sette anni di carcere per violazione del segreto di Stato

Liberi. Finalmente liberi. Wa Lone e Kyaw Soe Oo, i due giornalisti birmani della ...

Lo scenario dopo il fallito mini-golpe

In Venezuela il pronunciamento di un gruppo di militari ribelli - subito arrestati -  potrebbe essere il segnale di una svolta. E forse cambiare gli equilibri nello scontro istituzionale fra Maduro e il Parlamento controllato dall’opposizione

Ieri mattina Caracas si è svegliata di soprassalto. Alle prime luci dell’alba di lunedì, ...

Il nodo di Gaza

Le ragioni della nuova escalation, perché non esiste più una resistenza israeliana, i rapporti con l'Iran e altri spunti dal paese ebraico nell'intervista a Eric Salerno

a cura di Alice Pistolesi La normalità dei rapporti tra Israele e Palestina, in ...