Petro Presidente. Storica svolta in Colombia

Batte di tre punti il populista di destra Hernandez. Polemiche e violenze alla vigilia del voto  

di Maurizio Sacchi

Gustavo Petro é il nuovo Presidente della Colombia.  Con 11 milioni di  voti e il  50,57 percento, insieme alla sua vice Francia Marquez,  ha battuto il populista di destra Rodolfo Hernàndez con un margine di circa 700mila voti.“Giorno di festa per il popolo. Che festeggia la prima vittoria popolare. Che tante sofferenze siano attutite dalla gioia che oggi inonda il cuore della patria. Questa vittoria è per Dio e per il popolo e la sua storia. Oggi è la giornata delle strade e delle piazze”, ha twittato Petro quando la vittoria é stata chiara.

E’ la prima volta nella storia della Colombia moderna che un candidato dichiaratamente di sinistra assume la massima carica dello Stato. Ed é una vittoria scaturita da una radicalizzazione dello scenario poltico e sociale, che ha cancellato i partiti tradizionali. In questo clima, é stato un ballottaggio preceduto da polemiche e violenze. Nelle ore precedenti il voto, sul suo account ufficiale di Twitter, Petro aveva scritto un tweet che ha generato polemiche . “I sondaggi ci collocano ben al di sopra degli altri candidati, e saranno tutti pubblicati”.aggiungendo che “l’unica cosa che ci resta da sconfiggere sono i brogli.”. Questo ha scatenato un attacco da parte dei media, che hanno interpretato la frase come minaccia di non accettare l’eventuale sconfitta alle urne. Petro aggiungeva:: “Bisogna votare, ogni giurato o testimone dovrebbe fotografare l’E14 (la scheda elettorale) del proprio tavolo e confrontarlo con quello pubblicato dal registro”, poiché correva voce che circolassero schede irregolari, che sarebbero state cancellate allo scrutinio. Anche lo storico settimanale Semana, fondato da Gabriel Garcia Marquez, aveva definito le frasi “irresponsabili”.

Nel municipio di Guapi, la comunità ha denunciato l’omicidio di due scrutatori. Roberto Carlos Rivas. uno di essi, si stava recando a piedi al seggio elettorale, a svolgere questa funzione.I leader della comunità e i giornalisti di El Bordo, capoluogo del comune di El Patía,nrl sud del Cauca, hanno denunciato l’omicidio di Jersain de Jesús Ramírez Ospina, 60 anni, leader sociale, difensore dei diritti e membro del Patto storico. Secondo la denuncia, la vittima è stata aggredita con un’arma da fuoco mentre faceva jogging.

Per quanto riguarda Hernandez, la sua strategia di  puntare tutto su Twitter e Facebook ma di non accettare mai  un solo dibattito, oltre al grave caso di corruzione durante il suo mandato di sindaco di Bucaramanga, non ha pagato. El Pais di Madrid commenta: Di fronte a Hernández, un uomo che ha dimostrato una profonda ignoranza del Paese e delle sue istituzioni, l’ex guerrigliero Petro è diventato il cambiamento ragionevole”. 

In copertina il neo Presidente Petro

 

Tags:

Ads

You May Also Like

La riscossa degli zapatisti

L'Ezln annuncia la propria espansione in Chiapas con ventidue nuove realtà autonome. La reazione di Obrador e i rapporti tra il movimento e il nuovo governo del Messico

“Abbiamo rotto l’accerchiamento”. Così l’esercito zapatista di liberazione nazionale ha annunciato al Messico che ...

Colombia: sulla frontiera la strada per la Pace è ancora lunga (6)

Il Catatumbo, una regione di confine fuori controllo, l’attesa delle decisioni governative del Venezuela e la moneta come souvenir nell’ultimo reportage dalla missione di Intersos

di Alice Pistolesi dalla Colombia Pace cercasi disperatamente. Il cammino verso la pacificazione in ...

Resq prende il mare

A un anno esatto dall'inizio del progetto la nave umanitaria abbandona il porto spagnolo di Burriana e fa rotta verso chi ha bisogno di soccorso

Prende il mare per la sua prima missione nel Mar Mediterraneo la nave ResQ ...