Siamo tutti Rifugiati

20 giugno – Giornata Mondiale del Rifugiato

Di Raffaele Crocco

Rifugiati da chi? Da cosa? Soprattutto perché rifugiati? Pensiamoci bene: il rifugiato e’ un essere umano – donna, bimbo, uomo o anziano – che deve lasciare casa, affetti, speranze, per cercare di sopravvivere. Vi sembra banale? Forse, ma questo piccolo pensiero ci spiega che il rifugiato e’ esattamente come noi o almeno lo era. Aveva una casa, un lavoro, usciva con gli amici, studiava. Poi basta. È arrivata una guerra, oppure una carestia. In molti casi sono arrivati la fame, l’ ingiustizia, la dittatura. E la sua vita e’ cambiata, per sempre. Ce ne sono milioni al mondo. Ce ne sono migliaia che arrivavano a casa nostra. Li guardiamo con solidarietà quando sono lontani, con ostilità quando li abbiamo vicino. E dimentichiamo che potremmo essere noi al loro posto. Domani. All’improvviso.

 

Tags:

Ads

You May Also Like

Dietro al fuoco amazzonico

Il "Giorno dei fuochi" e le cause del grande rogo in Brasile

  di Maurizio Sacchi Il presidente del Brasile Jair Bolsonaro ha annunciato che non ...

Honduras: parte una nuova carovana

In fuga dalla violenza delle maras. Incidenti alla frontiera. Il ruolo del Messico

Il 15 di gennaio, una carovana di qualche centinaio di migranti provenienti da San ...

Licenza di uccidere a Gaza

La normalità della morte: numeri, diritto internazionale e cuore nell'analisi di Chantal Meloni che punta i riflettori sulla politica di Israele. Condannata ieri all'Onu per "uso eccessivo della forza" a Gaza

di Andrea Tomasi L’Assemblea generale delle Nazioni Unite – che rappresenta 193 Paesi – ...