Siamo tutti Rifugiati

20 giugno – Giornata Mondiale del Rifugiato

Di Raffaele Crocco

Rifugiati da chi? Da cosa? Soprattutto perché rifugiati? Pensiamoci bene: il rifugiato e’ un essere umano – donna, bimbo, uomo o anziano – che deve lasciare casa, affetti, speranze, per cercare di sopravvivere. Vi sembra banale? Forse, ma questo piccolo pensiero ci spiega che il rifugiato e’ esattamente come noi o almeno lo era. Aveva una casa, un lavoro, usciva con gli amici, studiava. Poi basta. È arrivata una guerra, oppure una carestia. In molti casi sono arrivati la fame, l’ ingiustizia, la dittatura. E la sua vita e’ cambiata, per sempre. Ce ne sono milioni al mondo. Ce ne sono migliaia che arrivavano a casa nostra. Li guardiamo con solidarietà quando sono lontani, con ostilità quando li abbiamo vicino. E dimentichiamo che potremmo essere noi al loro posto. Domani. All’improvviso.

 

Tags:

Ads

You May Also Like

Zambia: salvato dai ragazzini?

Con un debole sistema sanitario e povertà diffusa, è "l'immunità allenata" la miglior difesa della popolazione contro Covid-19.

di Raffaella Recchia (Ex Casco Bianco APGXXIII in Zambia)* Mentre l’Europa si sta affacciando ...

Venezuela e Colombia ai ferri corti

Una fuga da telenovela. Ma i profughi salgono a quasi 5 milioni

di Maurizio Sacchi Le Forze speciali  venezuelane hanno catturato il 30 gennaio  nella città ...

Il Gambia riparte, libertà per i prigionieri politici

Riparte il Gambia, il piccolo Stato africano che il 1 dicembre ha dato una ...