Bukhara, il fotoreportage dell’Atlante

Il secondo fotoreportage dell'Atlante delle guerre ci porta nella città sospesa dell'Uzbekistan, nel mezzo delle rotte che da sempre mettono in contatto l’Europa e l’Oriente

Il secondo fotoreportage dell’Atlante delle guerre ci porta a Bukhara, la città sospesa dell’Uzbekistan, nel mezzo delle rotte che da sempre mettono in contatto il Mediterraneo, quindi l’Europa, e l’Oriente.

Le foto e il racconto di Raffaele Crocco, direttore dell’Atlante delle guerre, vanno a comporre un viaggio nella Città sacra dell’Uzbekistan, meta turistica per chi viene da Occidente, religiosa per chi arriva dal mondo islamico. Una città con due volti, da una parte quello laico, da islam temperato, dall’altra quello tradizionalista e oltranzista, che alimenta gli eserciti che combattono la Jihad in Afghanistan, Siria, Cecenia e ovunque nel Mondo.

Il fotoreportage fa parte dell’appuntamento mensile dell’Atlante delle guerre che racconta il Mondo – le sue ingiustizie e crudezze, ma anche le sue bellezze avventurose – soprattutto attraverso le immagini. La sezione del nostro sito era stata inaugurata ad aprile 2020 da ‘Non più mine, ma alberi’, il fotoreportage dal Sahara con foto di Maria Novella De Luca e i testi di Alice Pistolesi.

Tags:

Ads

You May Also Like

Kurdistan Iracheno, referendum in bilico

Si avvicina il 25 settembre, quella che potrebbe diventare una data storica per la ...

Referendum per i curdi: il futuro che fa paura

di Ilario Pedrini Quella del 25 settembre 2017 è una data destinata a restare ...

Solo muri, siamo inglesi. C’è la barriera anti profugo

Calais, la barriera per impedire ai disperati di salire sui camion diretti nel tunnel della Manica, è costata 2,7 milioni di euro: denaro stanziato dal governo. Il cantiere è stato chiuso a tempo di record nell’indifferenza generale

di Ilario Pedrini Non occorre scomodare il presidente americano Donald Trump e i disperati ...