Stop agli abusi sessuali, incontro di alto livello all’ONU

Prevenzione ed eliminazione di sfruttamento e abusi sessuali. Se ne è discusso in sede Onu in un incontro di alto livello convocato dal Segretario Generale António Guterres il 18 settembre per testimoniare l’impegno di Capi di stato e di governo, dirigenti di organizzazioni internazionali e regionali, partner della società civile e dirigenti delle Nazioni Unite, sulla prevenzione e l’eliminazione di sfruttamento e abusi sessuali.

L’incontro aveva come obiettivo quelllo di “mostrare chiaramente, al più alto livello politico, che la comunità internazionale è unita nella condanna di questa piaga e s’impegna a combatterla, ponendo diritti e dignità delle vittime dello sfruttamento e degli abusi al cuore degli sforzi comuni”.

Questo sforzo coinvolgerà più attori. “Il difensore dei diritti delle vittime collaborerà con il sistema delle Nazioni Unite allo sviluppo di una risposta strategica integrata che garantisca l’attuazione di meccanismi sicuri, adatti all’infanzia e rispettosi della problematica uomo-donna, che diano diritto di denuncia a vittime e testimoni, garantiscano un’assistenza tempestiva, e informino in maniera adeguata le vittime sul progresso del proprio caso”.

“Il difensore lavorerà anche in stretta collaborazione con organismi pubblici, società civile e organizzazioni internazionali operanti nel settore giuridico e in quello dei diritti umani, sia nei Paesi ospiti sia nei Paesi di origine dei presunti responsabili, con l’obiettivo di creare reti di supporto e di contribuire alla piena applicazione della legislazione locale, soprattutto in materia di modalità di ricorso assicurate alle vittime”

La collaborazione degli Stati membri sarà articolata in più fasi.

Si continuerà a contribuire al al fondo speciale del Segretario Generale a favore delle vittime di sfruttamento e abusi sessuali, mentre altri Paesi saranno incoraggiati a seguire tale esempio.

I Paesi “saranno chiamati ad appoggiare personalmente eventi internazionali e nazionali sul tema, dare mostra di solidarietà e agire in favore delle vittime,e, quando possibile, dare attuazione a misure che pongano un termine all’impunità e assicurino i responsabili alla giustizia”.

Il Segretario Generale, infine, alla luce del contributo della società civile e del suo impegno a tutela dei gruppi vulnerabili contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali, ha invitato all’incontro una serie di partner non governativi essenziali, con lo scopo di sottolineare il ruolo importante che le ONG svolgono nella lotta contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali.

Tags:

Ads

You May Also Like

D’uranio si muore

Dopo anni di rinvii dovrebbe arrivare al Parlamento Italiano la proposta di legge che tutela i malati della “sindrome dei Balcani”, in ricordo anche dell'archeologo Fabio Maniscalco

La guerra uccide, anche a distanza di tempo, anche quando sembra di averla scampata. ...

Hiroshima e l’incubo nucleare

    di Raffaele Crocco E’ accaduto il 6 agosto, come oggi. Dicono che ...

Le bombe «firmate» in Turchia

di Tommaso Andreatta L’autoproclamato Stato Islamico Isis ha rinvendicato, tramite la sua agenzia di ...